Parte la raccolta firme contro i referendum propositivi

Il Movimento Democratico e Progressista di Varese presenta la raccolta firme che sarà avviata nei prossimi giorni: "Si rischia di ingolfare il Parlamento"

Referendum Propositivi

Parte da Tradate la raccolta firme contro il referendum propositivo. A presentarla è stato il direttivo provinciale del Movimento Democratico e Progressista di Varese che nei prossimi giorni lancerà la petizione su Change.org. «Partiamo da Tradate perché ci sono le elezioni e la nostra presenza qui è robusta. Con il resto del centrosinistra inoltre c’è molto più dialogo» spiega Luigino Portalupi, ex sindaco di Samarate che fa parte del coordinamento provinciale di MDP. Con lui anche Luigi Luce, ex vicesindaco di Tradate e Mario Fornari, ex sindaco di Origgio.

«Il tema di questa raccolta firme non è strettamente locale – hanno spiegato dal coordinamento -, ma partiamo da qui per un’opposizione alle modifiche costituzionali che vuole introdurre il governo. La protesta era già stata avviata negli anni scorsi con Berlusconi e Calderoli. Oggi siamo di fronte a delle proposte che modificheranno in negativo la vita dei cittadini. Come il referendum propositivo che tutti potranno presentarlo, senza un limite di firme. Il rischio è che il parlamento possa essere ingolfato di proposte da dover affrontare, rallentando ulteriormente il lavoro ordinario. Noi crediamo nel Parlamento sovrano. In modo molto breve presenteremo nei prossimi giorni la petizione anche in Parlamento per cercare di raccogliere più firme possibili».

di manuel.sgarella@varesenews.it
Pubblicato il 10 gennaio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore