Budapest: un ottimo Marcora si ferma a un passo dal titolo

Il tennista di Busto sfiora la prima vittoria in un torneo Challenger: battuto in finale dal kazako Bublik, guadagna 29 posizioni nel ranking mondiale

roberto marcora tennis ginevra

Si è fermato a un passo da una grande vittoria Roberto Marcora, 29 anni, il più forte tennista in attività della nostra provincia. Marcora, che in carriera vanta numerose vittorie nei tornei Futures (il terzo livello del tennis mondiale) è andato vicinissimo a conquistare il primo titolo in un Challenger, ovvero una categoria che si trova appena al di sotto del circuito maggiore, l’ATP.

Sul veloce di Budapest, indoor, Marcora è stato autore di un cammino di primissimo piano e ha raggiunto la finale che, purtroppo, ha perso contro il kazako Alexander Bublik, con un netto 6-0 6-3. Ma al di là dell’ultimo match, il tennista bustocco ha mostrato un gioco interessante con il quale ha eliminato – tra gli altri – tre teste di serie quali il francese Barrere (5) al secondo turno, il ceco Kolar (15) nei quarti di finale e il tedesco Otte (6) in semifinale. La vittoria su Otte per 6-4 7-6 ha dato al 29enne di casa nostra la possibilità di giocare un match per il titolo nel quale l’avversario (che vanta oltre 100 posizioni in classifica di differenza a proprio vantaggio) è stato più forte.

Il bel cammino nella capitale ungherese però ha dato a Marcora una bella iniezione di punti in classifica e di fiducia nei propri mezzi, anche perché il suo cammino negli ultimi anni è stato costellato di problemi fisici che gli hanno messo i bastoni tra le ruote. Oggi il tennista di Busto – allenato da Francesco Aldi – è risalito al 254 posto nel ranking mondiale, 29 gradini in più rispetto all’inizio del torneo di Budapest: l’obiettivo è quello di migliorare ancora e magari puntare ai primi 200 posti dove Roberto è già stato nel 2015 quando – in aprile – fu 178mo.

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 11 febbraio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore