Una canzone per la chiesa di Abbiate: “Ricostruiamo”

L'iniziativa presentata sabato sera al termine dello spettacolo dedicato proprio alla raccolta fondi per la chiesa cittadina

Una canzone per la chiesa di Abbiate Guazzone. La singolare iniziativa è stata presentata sabato sera, 2 febbraio, al termine dello spettacolo “Profumo di gangster” messo in scena al teatro cinema Nuovo dalla Compagnia amatoriale “Stasera a Teatro”. Lo spettacolo, alla sua seconda replica in paese, ha portato a teatro circa 150 persone, sempre a sostegno della ristrutturazione della chiesa di Abbiate.

Proprio durante la serata, a cui hanno presenziato anche il parroco Don Gianni Cazzaniga e il referente di Abbiate Don Silvano, è stato presentato il Comitato di cittadini (Pagina Facebook) che coordina tutte le iniziative che nei prossimi mesi si terranno per raccogliere i fondi necessari alla ristrutturazione.

Tra queste iniziative anche la canzone “Ricostruiamo“, una cover della famosa hit musicale di Adriano Pappalardo, più conosciuta col titolo “Ricominciamo”. Il pubblico presente ha molto apprezzato l’iniziativa, tra risate e sostegno al progetto.

Manuel Sgarella
manuel.sgarella@varesenews.it

 

Raccontiamo storie. Lo facciamo con passione, ascoltando le persone e le loro necessità. Cerchiamo sempre un confronto per poter crescere. Per farlo insieme a noi, abbonati a VareseNews. 

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 04 Febbraio 2019
Leggi i commenti

Video

Una canzone per la chiesa di Abbiate: “Ricostruiamo” 1 di 1

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.