Le note del Trio Hegel al teatro dell’Olmo

Appuntamento con la grande musica classica, domenica 10 febbraio a Taino

trio hegel taino

Appuntamento con la grande musica classica, domenica 10 febbraio a Taino. Alle ore 18, il teatro dell’Olmo ospiterà, nell’ambito degli eventi organizzati da Le dimore del Quartetto, il Trio Hegel: David Scaroni, violino, Davide Bravo, viola e Andrea Marcolini, violoncello.

PROGRAMMA del concerto: Franz Joseph Haydn (1732-1809) – Trio in sol maggiore op. 53 n. 1
I. Allegretto ed innocente II. Presto
Wolfgang Amadeus Mozart (1756-1791) – Divertimento in mi bemolle maggiore K563
I. Allegro II. Adagio III. Menuetto. Allegretto, Trio IV. Andante V. Menuetto. Allegretto, Trio I, Trio II VI.Allegro 

L’iniziativa è aperta al pubblico ma è consigliata la prenotazione.


Il Trio Hegel ha ottenuto riconoscimenti in numerosi concorsi, quali il primo premio assoluto al XX concorso nazionale di musica da camera “Rospigliosi” di Lamporecchio (PT), il primo premio al XXVI European Music Competition “Città di Moncalieri” (TO) e il secondo premio al XIII Concorso Nazionale “Riviera Etrusca” di Piombino (LI). Si è esibito a Venezia a Palazzo Albrizzi, a Cremona nel Cortile Federico II, a Brescia all’Auditorium San Barnaba, a Mantova per il Mantova Chamber Music Festival, ai Concerti al Santuario di S. Teresa di Riva (ME), a Padova, a Milano presso l’Auditorium Gaber del Grattacielo Pirelli per la Società dei Concerti. La collaborazione con il compositore Mauro Montalbetti li ha portati all’esecuzione in prima assoluta del brano “Sei Bagatelle per Trio d’archi” e della composizione “E voi empi sospiri – Madrigale per Trio d’archi” a loro dedicata. La crescita artistica del Trio Hegel è legata ai nomi del Quartetto di Cremona e di Antonello Farulli; inoltre fondamentali sono stati gli incontri con Luca Simoncini (Nuovo Quartetto Italiano), Jürgen Kussmaul (L’Archibudelli), Andrea Repetto (Quartetto di Torino), Christophe Giovaninetti (Quartetto Ysaÿe) e il direttore d’orchestra Umberto Benedetti Michelangeli. Il Trio Hegel ha inciso per l’etichetta “Tactus” un album, in prima registrazione mondiale, contenente musiche dei compositori toscani Luigi Cherubini e Giuseppe Cambini, un disco monografico del compositore Mauro Montalbetti pubblicato per l’etichetta “A Simple Lunch” e l’integrale delle musiche per trio d’archi di Jean Sibelius e Max Reger per l’etichetta giapponese “Da Vinci Edition”. Il Trio Hegel è stato selezionato per il progetto “Le Dimore del Quartetto”. Il violista del Trio suona una viola Iginio Sderci della “Collezione Adriana Verchiani Farulli”. www.triohegel.com

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 febbraio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore