Otto bimbi di Arsago in Erasmus in Spagna

Una settimana a Mollet del Vallés, in Catalogna, tra sport e visite, insieme ai coetanei spagnoli, cechi, tedeschi, greci e slovacchi

Italia Mondo generiche

L’Istituto Toscanini di Casorate Sempione, condotto dalla Dirigente Maria Elena Tarantino, ha finanziato la partecipazione di otto alunni della scuola primaria di Arsago Seprio, accompagnati dalle insegnanti Silvia Cupaioli, Lidia Del Grande e Angela Tallarico, ad una “Learning Activity” a Mollet del Vallés, in Catalogna.

Gli alunni partecipanti, selezionati per merito, sono Giada Cicogna, Sofia Ferraro, Francesco Giorgetti, Mattia Oldrini, Sofia Padula, Shayan Umar, Vittoria Simoncelli e Sara Zantomio.

Il viaggio si è svolto dal 12 al 18 maggio 2019, nell’ambito del progetto europeo ‘Childhood in a box’, afferente al macroprogetto Erasmus+, che prevede scambi culturali tra le scuole aderenti, in presenza e online.
In Spagna gli alunni ed insegnanti dei sei Paesi europei coinvolti nel progetto – oltre all’Italia e la Spagna, la Grecia, la Germania, la Slovacchia e la Repubblica Ceca –hanno partecipato ad attività comuni, in gruppi misti per nazionalità.

Lo sfondo integratore di questo incontro era lo sport: i bambini si sono cimentati per cinque giorni in una serie di “Giochi Olimpici”, ove ogni Paese partecipante ha presentato giochi sportivi preparati a scuola con le proprie insegnanti. Momenti gioiosi nell’ambito dei quali ai bambini erano necessari poche parole d’inglese e tanto entusiasmo!

Dopo i giochi sportivi del mattino e il pranzo comune a scuola, alunni ed insegnanti venivano condotti a visitare le attrattive turistiche di Barcellona: il corso principale, la Ramblas; gli edifici di Gaudì, quali la casa Batlò, la casa Milà, la Sagrada Familia; lo stadio del Barça, il Camp Nou, il più capiente d’Europa, con i suoi novantamila posti; ed infine L’Aquàrium, situato nel Port Vell, con i suoi tunnel e vasche che contengono al proprio interno oltre 11.000 animali, appartenenti a circa 450 specie differenti, tra cui squali, razze, cavallucci marini, pinguini, pesci tropicali.

L’accoglienza da parte della città di Mollét è stata calorosa: il primo giorno tutti gli alunni e i docenti partecipanti sono stati ricevuti dal sindaco, che in un discorso ufficiale ha celebrato l’importanza di un progetto che sprona i giovani a conoscere le reciproche culture e ad abbattere i pregiudizi, sperimentando le somiglianze e differenze nella quotidianità.
La settimana si è conclusa il venerdì con una cerimonia ufficiale di premiazione di tutti i novanta alunni partecipanti, che sono stati insigniti di medaglie col logo olimpico prodotte presso l’Istituto Toscanini con la stampante 3D, su modello disegnato dal Prof. Raina, referente d’Istituto del progetto.

Le insegnanti Cupaioli, Del Grande e Talallarico hanno preso commiato dai docenti degli altri Paesi partecipanti con un caloroso “arrivederci in Italia”: a novembre toccherà infatti alla scuola primaria di Arsago Seprio ospitare un meeting tra i docenti dell’Erasmus.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 28 maggio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore