Bonus Bebè 2019: richieste entro 90 giorni, con ISEE aggiornato

Tutti i documenti che servono a richiedere il contributo in maniera corretta ed entro i termini stabiliti dall'ultima circolare Inps

neonato

Il Bonus Bebè 2019 spetta a tutti i bambini nati, nascituri o adottati nel corso del 2019 in famiglie con ISEE non superiore ai 25 mila euro. Ma attenzione: per richiedere il contributo all’Inps il genitore (o tutore) ha 90 giorni di tempo dall’arrivo del bimbo e, prima di inoltrare la domanda, deve aggiornare l’ISEE, in modo che l’indicatore economico si basi sullo stato di famiglia che comprenda il nuovo arrivato.
Il chiarimento è contenuto nella circolare Inps n. 85 del 7 giugno scorso e se da un lato l’aggiornamento dell’ISEE permette di ottenere la misura a un maggior numero di famiglie (a parità di redditi e beni, se in famiglia si aggiunge un minore, l’ISEE diminuisce), ma pone tempi più stretti per l’adempimento di tutte le pratiche necessarie ad ottenere gli assegni.

PRIMA DI RICHIEDERE IL BONUS BEBÈ
Il primo passo da compiere è richiedere il codice fiscale del neonato.  Per ottenerlo in Lombardia il genitore deve recarsi all’Agenzia delle Entrate della propria città e compilare l’apposito modulo. Sarà quindi consegnato un documento provvisorio, con tutti i dati necessari, in attesa che la Tessera sanitaria, recante anche il Codice fiscale del nascituro,venga recapitata a casa.
Codice fiscale alla mano è possibile compilare una Dichiarazione sostitutiva che attesti il nuovo stato di famiglia e in cui  compaia anche l’ultimo arrivato in famiglia.
Con il nuovo stato di famiglia rivolgersi a un Patronato o un ente accreditato per il rilascio di una certificazione ISEE aggiornata.

CHI NE HA DIRITTO
Il Bonus bebé 2019 spetta a tutti i bambini nuovi nati, adottati o in affido nel corso del 2019 (dal 1 gennaio al 31 dicembre) e lo possono richiedere i genitori italiani, europei o extracomunitari di cui sia riconosciuto lo status di rifugiato o in possesso di regolare permesso di lungo periodo o carta di soggiorno.
Il genitore richiedente deve convivere con il neonato ed essere residente in Italia.

IMPORTO ECONOMICO
Il Bonus bebé è un contributo mensile erogato dall’Inps per il primo anno di vita del bambino (come nel 2018, mentre per i nati dal 2015 al 2017 il contributo è riconosciuto per i primi tre anni del bambino).
Per le famiglie con Isee inferiore a 7 mila euro: il contributo è di 160 euro al mese per il primo figlio, 192 euro al mese in caso di figlio successivo al primo.
Per le famiglie con Isee fino a 25 mila euro: il contributo è di 80 euro al mese per il primo figlio, 96 euro per i figli successivi al primo.
Il contributo viene erogato con 12 rate mensili, “secondo le modalità (conto corrente, bonifico domiciliato, ecc.) indicate dal richiedente nella domanda”.
Il contributo deve essere richiesto entro 90 giorni dalla nascita del bambino.
Nel caso in cui la domanda venga presentata oltre questo termine “l’assegno decorre dal mese di presentazione della domanda”, ma non sarà possibile richiedere gli arretrati.

COME PRESENTARE LA DOMANDA
La domanda deve essere presentata sul portale dell’Inps accedendo con il proprio pin e codice fiscale, eventualmente chiedendo l’aiuto di un Patronato per la corretta compilazione del modulo online.

di
Pubblicato il 20 Giugno 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.