“Dietro ogni traguardo raggiunto c’è una nuova sfida”: primo consiglio comunale dell’era Carabelli a Carnago

Generico 2018

«Ringrazio tutti per la vostra presenza», ha esordito così la prima cittadina di Carnago, Barbara Carabelli, di fronte ad una sala consiliare gremita in occasione del primo consiglio comunale, tenutosi giovedì 13 maggio.

«Grazie ai cittadini che hanno creduto in me e in noi, a coloro che hanno mostrato affetto, calore e fiducia dal giorno della mia proclamazione. Grazie agli assessori ed ai consiglieri comunali – anche i non eletti – che fin da subito si sono dimostrati disponibili alla collaborazione. Grazie ai famigliari che ci hanno sostenuto ed incoraggiato ed al personale del comune, che si è dimostrato fin da subito collaborativo. Grazie, infine, ai piccoli carnaghesi e rovatesi per la loro innocenza. L’entusiasmo e l’emozione provati nei giorni successivi alla mia elezione sono stati momenti unici, che mi rendono orgogliosa di essere qui e di lavorare per i prossimi cinque anni». 

Dopo il discorso ed il giuramento sulla Costituzione, seguiti da un lungo e caloroso applauso da parte dei cittadini venuti ad assistere, il sindaco ha presentato ufficialmente la Giunta comunale. Carlo Carabelli è vicesindaco con deleghe al Bilancio e alla Sicurezza. Gian Carla Mazzoleni si occuperà dei Servizi socio-educativi. I Lavori pubblici vengono, invece, affidati a Roberto Vezzani. A completare il team Paolo Noal, il nuovo Assessore allo Sport e Associazioni. Carabelli tiene per sé le deleghe del Personale, dei Servizi generali e demografici e della Protezione civile. 

Tra le file della maggioranza i nuovi consiglieri di Carnago sono: Milena Molina, Nadia Foletto e Luca Luigi Toia.

Sui banchi della minoranza hanno preso posto Elena Castiglioni e Veruschka Barberis (subentrata a seguito della rinuncia di Alvaro Guidolin, già assessore nella precedente amministrazione) per Visione Comune.
Dante Castiglioni invece rappresenta la Lega insieme a Lorenza Castiglioni: ha ringraziato tutti i votanti della sua lista (243 voti in meno rispetto alla lista vincente “Vivere Carnago e Rovate”).«I numeri attenuano il dispiacere di non essere alla guida dell’amministrazione». Il consigliere ha augurato ‘buon lavoro’ al sindaco e alla maggioranza, «a voi il compito di dettare le linee programmatiche», ammettendo che non gli sono sfuggite – «e nemmeno ai cittadini» – alcune sensibilità in comune tra i loro programmi. 

«Chi sedeva al vostro posto prima di voi aveva altre priorità, che andavano ben oltre il nostro comune, e spesso non ha ascoltato le criticità da noi segnalate. Facciamo un augurio di buon lavoro con passione umiltà per Carnago e Rovate, che da noi si aspettano molto», ha concluso speranzoso Castiglioni.

Carabelli chiude il primo consiglio con il pensiero già proiettato al futuro:«Concludo questa prima seduta del consiglio comunale con due frasi che mi hanno detto i ragazzi delle scuole e che ho fatto mie: dietro ogni traguardo c’è una nuova partenza, dietro ogni risultato c’è una nuova sfida. Auguro così buon lavoro a tutto il consiglio comunale».

di
Pubblicato il 14 giugno 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore