Maurizio Cozzi esce dal carcere e va ai domiciliari

L'ex-vice sindaco è coinvolto insieme al sindaco Fratus e all'ex-assessore ai Lavori Pubblici Lazzarini in un'inchiesta sulla turbativa di alcune nomine in comune e nelle partecipate

maurizio cozzi assessore bilancio legnano

L’ex vicesindaco di Legnano Maurizio Cozzi lascia il carcere di Busto Arsizio dopo un mese e una settimana e va ai domiciliari con divieto assoluto di contattare terzi: così ha deciso il Tribunale del Riesame, chiamato a decidere sulla misura cautelare nei confronti dell’ex numero due di Palazzo Malinverni che, tramite il suo legale Cesare Cicorella, aveva presentato appello contro l’ordinanza con la quale il GIP del Tribunale di Busto Arsizio aveva respinto l’istanza di scarcerazione.

Cozzi, in carcere dallo scorso 16 maggio nell’ambito dell’inchiesta “Piazza Pulita” nella quale sono coinvolti anche il sindaco Gianbattista Fratus e l’ex-assessore ai Lavori Pubblici Chiara Lazzarini, entrambi ai domiciliari.

Operazione “Piazza Pulita”, arrestati sindaco e due assessori di Legnano

Sono accusati di aver turbato alcune gare per la nomina di un dirigente comunalie, del direttore di Amga e del  commercialista di Euro.Pa Servizi. A Fratus è contestata anche la corruzione elettorale.

continua a leggere su Legnanonews

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 24 giugno 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore