Maccagno e i Castelli di Cannero, tappa spettacolare dell’Italian Open Water Tour

Gare di altissimo livello nella spettacolare cornice di Maccagno e i Castelli di Cannero per una lunghissima giornata dedicata al nuoto open water

Maccagno e i Castelli di Cannero, tappa spettacolare dell’Italian Open Water Tour

Gare di altissimo livello nella spettacolare cornice di Maccagno e i Castelli di Cannero per una lunghissima giornata dedicata al nuoto open water!

Galleria fotografica

Maccagno e i Castelli di Cannero, tappa spettacolare dell’Italian Open Water Tour 4 di 7

ATLETI DA TUTTA EUROPA

Fin dal sabato atleti provenienti da ben tutta Italia e da molti Stati europei hanno iniziato a testare le acque cristalline del Lago Maggiore antistanti il Lido di Maccagno portando una bellissima atmosfera da evento senza frontiere per la felicità delle strutture adiacenti che hanno fatto registrare il sold out per il week end.

LE GARE

Giornata iniziata con un’allerta meteo per un temporale che ha fatto ritardare la partenza della SMILE SWIM di 2500mt di circa un’ora ma divenuta poi perfetta per effettuare 12 ore consecutive di gare open water con l’impeccabile regia in acqua della Società Nazionale di Salvamento sez. di Milano coadiuvata in maniera magistrale dall’Unione Velica di Maccagno con l’ausilio del Nucleo Sommozzatori della Polizia Locale di Milano e Sogit oltre alle forze dell’ordine, sup e canoe.

Grande spettacolo per la partenza della SMILE SWIM e spettacolo nello spettacolo il rush finale che, dopo un lungo spalla a spalla negli ultimi 300 mt di gara, ha visto prevalere per pochi decimi Stefano Ghisolfo (31:58, Team Cerianese) su Lorenzo Caiazza (Nuoto Club Brebbia) davanti al mattatore di giornata Daniele Savia (Trilake) insieme alla prima donna assoluta Camilla Montalbetti (33:46, Team Insubrika) che ha preceduto Lara Gherardini (CSR Granda) e Gloria Friso (NP Varedo).

Nella classifica Natural dopo Monate si riconferma Simone Gallo (Phoenix) mentre tra le donne ha la meglio Chiara Pulvirenti (Gonzaga Sport Club). OVER40 all’inossidabile Sandro Vezzani (Swimmer Inside) e a Monica Cordano (Nutrie del Ticino).

The Best Team (i primi 5 tempi di squadra) il Team Ratti davanti ai Nuotatori del Carroccio di Legnano e agli Stupefacenti varesini.

Bellissima e dura gara anche la HARD SWIM, 6000 mt di corrente laterale, in pieno stile open water con i primi 4 atleti di testa che allargano significativamente la traiettoria finale con Daniele Savia (Trilake) ad essere il più lesto a prendere la via dell’arrivo vincendo col tempo di 1:21:34 davanti a Filippo Marchini (Swimmer Inside) e Fabio Riganti (Swimmer Inside).

Tra le donne dominatrice assoluta, già vincitrice del Challenge 2018 su questa distanza, si porta a casa la seconda doppietta Camilla Montalbetti (Team Insubrika) col tempo di 1:24:24 davanti a Marta Nembrini (Team Ratti) e Lara Gherardini (CSR Granda).

Ad aggiudicarsi la classifica “natural” (costume tradizionale) sono stati Pietro Notari (Phoenix) e Jane Ann Hoag prima anche nella categoria OVER40 insieme al sempre tiratissimo Sandro Vezzani (Swimmer Inside).

La giornata di gare si è chiusa con la spettacolare RELAY del ½ miglio marino x 3, resa particolarmente insidiosa dal vento e dalle correnti, con ben 32 squadre a contendersi il primato che ha visto confermarsi il Team I Tre Luppoli (Daniele Savia, Fabio Riganti e Filippo Marchini) con 40:29 dopo un avvincente testa a testa all’ultima bracciata con il team I Bulli (Ghisolfo, Gherardini e Caiazza), tutti e sei protagonisti anche delle gare individuali. Terza classificata la squadra Prato Grande di Stefanini, Casati e Vergani. Prima staffetta al femminile il Team Le ratte (Lorenzi, Vegini e Cattaneo).

Il Trofeo Big Team, al gruppo più numeroso, ha visto nuovamente trionfare gli inesauribili e simpaticissimi Nuotatori del Carroccio che si sono aggiudicati anche la speciale classifica danti al Team Ratti e ai Swimmer Inside.

Speciale premio alla staffetta Ciao Davide di Fossati, Tamborini e Varano in onore dell’indimenticato Davide Auletta.

I donatori AVIS si sono contesi il V Trofeo AVIS Open Water Open Mind vinto da Luana Molinari, prima classificata avisina nella SMILE SWIM.

12 ORE OPEN WATER

La giornata si è conclusa con le divertentissime premiazioni: tutti i premiati hanno ricevuto i bellissimi Trofeo bottiglia logati BORN TO SWIM e forniti dal Birrificio Artigianale L’Orso Verde.

Molti i momenti emozionanti e tante le risate con un culmine indiscusso, diventato oramai attesissimo dopo la sorpresa iniziale di Monate: i Nuotatori del Carroccio di Legnano, sul palco sempre coloratissimi e numerosissimi, e la loro bellissima e gigantesca mascotte a terminare simbolicamente nel migliore dei modi una giornata fatta di sport, amicizia e tanto divertimento.

Gli abbracci e i saluti al tramonto tra i gruppi open water presenti hanno avuto il solito rituale comune denominatore: appuntamento a Noli (SV) il 15 settembre e a Ischia (NA) il 5/6 ottobre!

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 luglio 2019
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Maccagno e i Castelli di Cannero, tappa spettacolare dell’Italian Open Water Tour 4 di 7

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore