La “Binda” sta lavorando a una Tre Valli Varesine “elettrizzante”

Tante squadre World Tour già iscritte e nuovi sponsor per la gara dell'8 ottobre. I dirigenti ai Mondiali a caccia di stelle. E la gara farà da ambasciatrice per il posizionamento delle colonnine per ricaricare auto e bici

Tre Valli Varesine 2018 - La corsa e l’arrivo

Fino a pochi anni fa, il periodo di Ferragosto nella nostra provincia era caratterizzato dalla disputa della Tre Valli Varesine, la classica del ciclismo organizzata dalla “Società Ciclistica Alfredo Binda” che rappresenta il clou della stagione a pedali, ancora in ottima forma nonostante le 98 edizioni messe alle spalle.

Oggi, con i calendari in continua evoluzione, la Tre Valli si è spostata in autunno – quest’anno si disputerà martedì 8 ottobre – per sfruttare il traino del “Lombardia”, l’ultima classica-monumento della stagione mondiale: la corsa varesina quindi, seguirà a stretto giro di posta il Mondiale e sarà la prima corsa di una settimana ad alto tasso di ciclismo in Italia, visto che sarà seguita da Milano-Torino e Gran Piemonte oltre che dalla “Classica delle foglie morte”. Una collocazione perfetta per la Tre Valli che è diventata assai gettonata dalle squadre del World Tour, le formazioni più importanti al mondo, che possono testare sulle strade del Varesotto i propri uomini migliori per dare l’assalto agli ultimi traguardi dell’anno.

Con l’edizione 99 ormai alle porte (ci sarà, nei giorni precedenti, anche la Gran Fondo Tre Valli dedicata agli amatori, con cronometro e prova in linea), nei pensieri della società bindiana c’è già anche la numero 100 che si correrà nel 2020, anno in cui entrerà in vigore anche il calendario internazionale riformato dall’introduzione delle ProSeries, secondo livello dopo il World Tour. La Tre Valli (corsa attualmente indicata di livello 1.HC) ha fatto richiesta per entrare in questa nuova categoria e dovrebbe essere accontentata: per gli organizzatori lo sforzo sarà altrettanto pesante (forse anche di più) ma la classica manterrà una qualifica importante e – anche per i punti che porterà in dote – continuerà a essere piuttosto gettonata anche dai corridori più famosi. 

Tre Valli Varesine 2018 - La corsa e l’arrivo
La partenza 2018 con Nibali, il campione europeo Trentin e quello mondiale Valverde

A CACCIA DI STELLE

Nel 2018, per esempio, a Varese gareggiò anche il fresco campione del mondo, lo spagnolo Alejandro Valverde, accanto a campioni del calibro di Nibali e Pinot, solo per citarne un paio. Oggi è presto per fare nomi, perché i programmi dei corridori sono ancora in buona parte da scrivere visto che prima di allora dovranno essere disputati la Vuelta e il Mondiale (quest’ultimo in Inghilterra, nello Yorkshire), però sulle scrivanie della “Binda” sono già arrivate numerose iscrizioni di squadre importanti: «Tra le dieci e le quindici quelle di World Tour che abbiamo già ricevuto» sottolinea un raggiante Renzo Oldani, il presidente della “Binda” che aggiunge: «Saremo al Mondiale con l’intento di convincere tanti campioni a correre a Varese: lo scorso anno con Valverde fu un colpaccio, speriamo di avere al via anche questa volta la maglia iridata e tanti altri protagonisti». E chissà che non torni alla Tre Valli – tra gli altri – quel Thibaut Pinot, sfortunato protagonista al Tour 2019, che ha all’attivo due secondi e un terzo posto a Varese ma non (ancora) una vittoria.

FINALE PIÙ DIFFICILE

Il percorso della 99a Tre Valli sarà presentato ufficialmente a settembre con una cerimonia milanese a Palazzo Lombardia (la Regione è uno degli sponsor più importanti); l’impianto di base sarà il medesimo dello scorso anno, con la partenza da Saronno e un circuito finale a Varese, reso più vivace negli ultimi due giri con la salita da Calcinate del Pesce a Casciago già sperimentata nel 2018. A questo tratto però, si potrebbe aggiungere un altro strappo difficile nel finale di corsa, così da selezionare ulteriormente i corridori dopo circa 200 chilometri di fatica.

TRE VALLI ELETTRIZZANTE

L’elettricità sarà parte fondamentale delle gare della Binda, che sarà parte attiva del posizionamento di una serie di colonnine per ricarica – utilizzabili per bici e auto elettriche – nei comuni attraversati da Tre Valli e Gran Fondo; una iniziativa possibile grazie alla collaborazione con la società Be Charge che, su richiesta delle amministrazioni interessate, installerà e gestirà i dispositivi. Sempre in ambito ambientale, la “Binda” sarà partner del “Festival della mobilità sostenibile” organizzato, nella città degli amaretti, nei giorni della Tre Valli dalla Saronno Servizi.

NOVITÀ TRA GLI SPONSOR

Anche nell’ambito dei sostenitori si segnalano diverse novità: l’istituto di credito di riferimento, da quest’anno, sarà il Banco BPM che “unificherà” sotto un unico marchio tutte le gare del Trittico Lombardo (la “Agostoni” si disputerà sabato 14 settembre, la “Bernocchi” domenica 15). Nel pool di sponsor entreranno anche Eolo – l’operatore internet provider con sede a Busto Arsizio – e Kratos, azienda (legata alla stessa Eolo) specializzata in alimentazione sportiva, anch’essa basata a Busto.

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 12 agosto 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore