La dura lettera al sindaco di Vivere Coarezza: “Ci risponda con i fatti”

Il comitato ‘Vivere Coarezza’ attacca frontalmente il sindaco Bellaria per le nuove rotte di Malpensa

somma lombardo colombo proiettile coarezza

Il comitato ‘Vivere Coarezza’, a seguito della pubblicazione del sito del Comune di Somma Lombardo dei dati sui monitoraggi di Arpa, ha risposto manifestando il proprio malumore nei confronti dell’atteggiamento del sindaco Stefano Bellaria, oltreché diversi dubbi sui monitoraggi stessi. Di seguito pubblichiamo integralmente la lettera del comitato:

Dopo la provocazione di Siamo Somma sulla terza pista, ecco che con tempismo ben accetto, sino ad ora mai visto, sono stati pubblicati i dati sulla sperimentazione che, secondo il sindaco, sta dando i suoi frutti. Quello che si nota è che dove vengono tolti gli aerei, il rumore si riduce di molto; mentre nelle zone che vengono gravate da nuovi sorvoli i dati rimangono stabili. Noi abbiamo sempre affermato che i dati forniti sono ‘medie’ parzialmente  attendibili poiche’ non vengono evidenziati i voli correlati e quante sono le giornate che, per vari motivi, non vengono prese in considerazione.

Da un’analisi approfondita fatta qualche anno fa da UNICOMAL, si evinceva che le giornate che non venivano prese in considerazione nell’arco di un mese erano notevoli, cosi pure le correlazioni giornaliere, di conseguenza i dati sono incompleti. Diceva Bettini che le prime ad accorgersi del rumore sono le nostre orecchie. Se i cittadini di Maddalena e Coarezza, dove sono stati dirottati gli aerei piu’ impattanti, si lamentano, vuol dire che rispetto a prima qualche cosa è cambiato (in peggio). È talmente palese che si vuole spostare il disagio sulle frazioni e su questo siamo pienamente d’accordo con  ‘Siamo Somma’.

Il sindaco, invece di occuparsi di rotte, dove già altre volte è andato a sbattere (vedi atterraggi da Somma nel 2018), dovrebbe ascoltare anche chi si occupa del problema da 20 anni. Oggi i sindaci invece di rispondere alle critiche costruttive con i fatti, preferiscono rispondere con querele o promesse di querele.

Ci spieghi perchè quando i decolli avvengono dalla pista di destra, dove gli aeromobili effettuano un rullaggio di un chilometro in più partono da fondo pista, mentre da sinistra dove sarebbero più agevolati, partono prima.

Ci spieghi perchè le uscite dalla pista di destra vengono spalmate in 72 gradi mentre a sinistra vengono concentrate in solo 40 gradi.

Ci spieghi perchè il cittadino che risiede nella parte ovest della città deve essere sorvolato da oltre 10.000 aerei in più annui rispetto a chi abita ad est.

Ci spieghi perchè non si hanno i dati giornalieri del rumore con i relativi tracciati radar.

E’ un diritto dei cittadini essere informati; è un dovere del Sindaco informare i cittadini.

Per raggiungere un equilibrio accettabile sulle rotte ci sono voluti anni, andare a modificarle nuovamente senza intervenire sul contenimento dell’aeroporto si rischia di innescare uno nuova guerra, tra poveri.

Se il desiderio del sindaco è quello di voler vedere passare su Coarezza gli aeromobili più impattanti faccia pure. I coarezzesi sono persone forti e tenaci, hanno saputo reagire a disagi maggiori e anche questa volta non resteranno a guardare.

Riguardo al posizionamento della centralina, lo si considerava già argomento chiuso poiché i Coarezzesi si sono subito resi conto che dove è stata collocata è un luogo del tutto inadatto. Ma visto che si è nuovamente intervenuti sull’argomento, vogliamo precisare che la centralina è stata posizionata martedì 30 luglio alle ore nove, quattro giorni dopo il trasferimento dei voli da Linate. Era presente per il comune il geometra Matraxia e altri due tecnici, che dopo aver spiegato loro dove dovrebbero passare le rotte hanno detto di essere di SEA, e hanno specificato che il luogo dove posizionarla è stato deciso dal comune. Dei tecnici di ARPA nemmeno l’ombra. Era una giornata molto calda sin dal mattino e si sa che il caldo a volte gioca brutti scherzi”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 agosto 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da michima

    Vorrei precisare che il comitato Vivere a Coarezza non rappresenta per nulla i cittadini di Coarezza, contrariamente a quanto esposto nell’articolo di Varese News. Quanto esposto nell’articolo a mio personale parere è veramente estremizzato ed esagerato ed esprime l’opinione di un ristretto numero di persone. Come rappresentante del quartiere Coarezza auspico che si possa portare la discussione in una civile assemblea di quartiere e non si continui con sterili polemiche sui social.

Segnala Errore