Quantcast

Il mensile parrocchiale non arriva: “Le poste ce l’hanno in mano da 20 giorni”

Sono 850 gli abbonati che attendono ancora l'arrivo del numero unico luglio-agosto, consegnato all'11 luglio. "

poste italiane

La spedizione è partita da venti giorni, ma il giornalino parrocchiale non è ancora arrivato nelle caselle postali dei destinatari.

La protesta arriva dalla parrocchia di Tradate: «Da diverso tempo abbiamo enormi problemi con le Poste Italiane per la consegna del nostro mensile» spiega Ennio Liparoti, responsabile amministrativo della rivista mensile parrocchiale La Concordia.
«Il penultimo grave disguido con il numero di aprile 2019 che in pratica è stato consegnato quasi in contemporanea con quello di maggio, anche se tanti abbonati non lo hanno addirittura ricevuto. Le lamentele in passato sono state tantissime anche se difficile da individuare il reparto operativo responsabile del disguido».

Il problema non è certo recente ma l’ultimo caso, a ridosso dell’estate, è stato particolarmente eclatante.  «Il bancale con le 850 riviste mensili, divise sempre per zone, da Tradate, a carico della La Concordia viene portato all’Ufficio postale di Varese, viale Belforte 178; qui si paga il contributo per la spedizione e poi il bancale prosegue per il Centro smistamento di Roserio(Milano). Da qui, a spizzichi e bocconi viene inviato a Tradate, ripeto certe volte 50/70 copie al giorno, delle 850 spedite!»

Già il numero di aprile era arrivato in grande ritardo, a maggio. Ma ora si fa peggio: «Il numero doppio di Luglio/Agosto consegnato giovedì 11 luglio agli uffici di Varese, giace dimenticato in qualche magazzino delle Poste Italiane. All’ennesima lamentela siamo arrivati dopo innumerevoli visite presso gli uffici, solleciti, telefonate, e infine…al suggerimento di un operatore delle stesse Poste italiane di far intervenire la Polizia Postale» continua Liparoti.

La speranza è di riuscire a risolvere il problema, anche se la parrocchia, a questo punto, sta valutando se chiedere i danni. O quantomeno il rimborso dei soldi già pagati.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 01 agosto 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore