Spendere 7 euro per un libro scolastico? Si può

Book in Progress: “Libri fatti in casa” dagli stessi insegnanti per ridurre i costi alle famiglie

libri cartacei o digitali

È possibile comprare un libro scolastico spendendo massimo 7€? La risposta è sì!

Grazie a “Book in Progress” , da ormai quasi 10 anni, gli stessi insegnanti possono realizzare e creare i testi per le loro classi.  Ovviamente i professori dovranno seguire i programmi ministeriali, ma a differenza delle altre scuole gli studenti delle scuole medie e superiori potranno utilizzare al meglio tutto il materiale didattico. 

“Chi li produce li vende direttamente alla scuola che si assumerà il compito di farli comprare ai propri studenti con una spesa aggiuntiva di 1€ – spiega Stefano Rozzoni titolare della tipografia “Candiani” di Busto Arsizio – La mia azienda stampa e distribuisce il materiale didattico a tutte le duecento scuole italiane che hanno aderito a questa iniziativa”

I lavori sono disponibili sia nel classico formato cartaceo che digitale interattivo. Capofila del progetto è stato nel 2010 l’istituto superiore “E. Majorana” di Brindisi. Nella provincia di Varese l’unico istituto partecipante è ITE “Enrico Tosi” di Busto Arsizio ma presto si unirà anche l’Istituto Prealpi di Saronno.

“Book in progress permette anche alle famiglie meno abbienti  di comprare i libri per i propri figli –  continua l’imprenditore – Per motivi legali su questi lavori non potrà essere applicato lo sconto dell’Iva al 4% (previsto per i testi scolastici), ma nonostante l’Iva al 22% i prezzi rimangono convenienti”.

Per aderire ogni scuola dovrà inviare un email a info@bookinprogress.it.

Un mondo di comunicazione, tra digitale e libri di testo

di
Pubblicato il 20 agosto 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore