Alzheimer, la conoscenza è la prima cura

Convegno a cura di Fondazioni Monsignor Comi venerdì scorso a Palazzo Verbania con esperti del settore

Avarie

Venerdì 27 settembre presso Palazzo di Verbania di Luino si è tenuto un evento organizzato dalla Fondazione Monsignor Comi volto a sensibilizzare la collettività alla delicata tematica dell’Alzheimer.

Il tema è stato introdotto dal direttore della struttura Maurizio Pesenti e sviluppato dal Vice Presidente Alberto Frigerio. Il Sindaco Andrea Pellicini ha chiuso i lavori.

L’incontro è stato partecipato e molto coinvolgente, dalle tematiche profonde che hanno emozionato i presenti.

La psicologa Eleonora Belloni ha aperto la conferenza presentando il suo libro “Alzheimer, badanti e altre creature leggendarie”, esplorando il delicato mondo di questa patologia, correlata con la testimonianza della brava fotografa Sonia Lamia di cui in sala si poteva ammirare qualche prezioso scatto.

A seguire, in questo delicato percorso emozionale, il Teatro Periferico e Karakorum hanno organizzato “I cassetti non parlano: esperienze di teatro inclusivo“, uno spettacolo toccante, realizzato coinvolgendo i pazienti presenti all’interno della struttura affetti dal morbo di Alzheimer, lo staff e i loro familiari. Tutti i presenti sono stati coinvolti ed emozionati profondamente.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 settembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore