La mobilità sostenibile al centro del dibattito a Saronno

Al teatro Giuditta Pasta si sono avvicendati i ragazzi di 9 plessi scolastici superiori cittadini, più i rappresentati degli undici comuni coinvolti nel progetto e dei 4 partner sostenitori. Terminato il murales in piazza dei Mercanti, curato dall’artista Neve

Generico 2018

Nella settimana della European Mobility promossa dall’UE, a Saronno si sono aperti i lavori del convegno “IO CI STO”, primo passo di un percorso di eventi che vedranno il Saronnese protagonista nel dibattito intorno ai grandi temi della mobilità sostenibile.

Al teatro Giuditta Pasta si sono avvicendati i ragazzi di 9 plessi scolastici superiori cittadini, più i rappresentati degli undici comuni coinvolti nel progetto (oltre Saronno ci sono Caronno Pertusella, Uboldo, Gerenzano, Origgio, Solaro, Turate, Ceriano Laghetto, Cislago, Rovello Porro e Rovellasca) e dei 4 partner sostenitori (il Parco della Lura, la Fondazione Lombardia per l’Ambiente, l’Ordine degli Architetti di Varese e E Vai). «La logica di questo bando – dichiara dal palco il sindaco Alessandro Fagioli – è importante, perché grazie ad esso siamo riusciti a parlare di mobilità tra di noi, ad avere un tavolo comune per far fiorire idee e progetti. Mettendoci insieme formiamo un bacino d’utenza di circa 150mila persone: la sfida vera è quella di pensare o ripensare la mobilità di questa massa entro canoni ecologici, ma anche dare la possibilità di scelta del mezzo con cui spostarsi».

Un aspetto importantissimo e che tocca da vicino la popolazione scolastica lo sottolinea Giuseppe Carcano, dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Varese: «Si prevede che nei prossimi anni la popolazione studentesca è destinata ad aumentare, e avendo sott’occhio i già grossi problemi che abbiamo, questo progetto fa si che voi vi rendiate soggetti attivi nel pensare la mobilità di domani». Un altro bando vinto dal consorzio di Comuni, collegato al precedente, è quello che vede la creazione di una metropolitana leggera, ossia ciclopedonale, ed è già partita la sperimentazione di un car pooling scolastico per quanto riguarda il Liceo G.B. Grassi, che sarà poi allargata ad altri istituti. Le soluzioni per far fronte al problema ci sono ad altrettante sono le idee messe in campo: partendo appunto dal car pooling, passando al car sharing e pedibus, fino ad arrivare ad una più consapevole mobilità elettrica. Anche perché il problema del Saronnese per quanto riguarda i trasporti su gomma è quello di essere un territorio diviso tra Città Metropolitana e Provincia, cosa che non agevola certo il dialogo né tra Comuni né tra aziende dei trasporti.

«Abbiamo immaginato una serie di azioni – continua Fagioli – che, unite ad una consapevolezza profonda della cittadinanza, possano finalmente far respirare il nostro territorio». Il clou del convegno lo si raggiunge poi con l’intervento di Andrea Giuliacci, volto meteorologico di Mediaset, che ha parlato ai ragazzi della ben sperimentata emergenza climatica.

Oggi è anche attesa la fine dei lavori del murales in piazza dei Mercanti, curato dall’artista Neve, che si colloca sul tratto che molti studenti utilizzano ogni mattina per recarsi a scuola dalla stazione.

Generico 2018

La mobilitazione di Saronno però non si esaurisce: da venerdì 4 ottobre fino a martedì 8 ottobre, Saronno sarà protagonista di ‘E-district mobility festival’ (www.edistrict.it www.saronnoservizi.it) una kermesse di appuntamenti sulla mobilità elettrica ideata da Saronno Servizi S.p.A, con corsi di guida ecologica gratuiti, aperti al pubblico e test drive di auto elettriche ed eBike.

di
Pubblicato il 19 settembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore