Miele, niente tricolore Wrc: all’ultimo respiro la spunta Pedersoli

Appena 8"5 hanno separato i due contendenti al termine del Rally San Martino, con il terzo favorito Signor subito fuori gioco. Titolo al bresciano grazie alla regola degli "scarti"

roberto mometti simone miele rally 2019

Non è bastato a Simone Miele andare sul podio per sei volte in sei gare: il pilota varesotto non è riuscito a conquistare il titolo del Campionato Italiano Wrc, conclusosi con il Rally di San Martino di Castrozza e vinto dal bresciano Luca Pedersoli.

Una competizione serratissima e di grande equilibrio che si è risolta solo nell’ultima gara in programma: chi fosse arrivato davanti tra i tre contendenti (il terzo incomodo era il veneto Marco Signor) avrebbe conquistato l’alloro tricolore. E a spuntarla è stato “Pede” a bordo della Citroen Ds3 Wrc navigata da Anna Tomasi: Miele – al via sulla Ds3 della DreamOne Racing con il luinese Roberto Mometti alle note – è riuscito a strappare la vittoria su tre prove speciali ma il rivale bresciano ha vinto le altre sei e ha terminato la gara con un vantaggio minimo (8″5) ma sufficiente per tenere alle spalle il pilota di Olgiate Olona.

Il testa a testa al “San Martino” non ha invece riguardato Signor, finito incredibilmente fuori dai giochi dopo un errore nella prima prova spettacolo del venerdì sera: Fiesta Wrc danneggiata e addio sogni di gloria per lui e per il navigatore Bernardi. Il podio è stato dunque completato dalla Fiesta Wrc di Porro e Cargnelutti che ha preceduto il primo pilota con vetture R5, Andrea Carella su Skoda Fabia. Gara amara per il veterano Mauro Miele (Skoda Fabia R5, con Luca Beltrame), costretto al ritiro a causa di un problema al motore – nuovo – della propria vettura.

La classifica finale parla chiaro: Simone Miele ha conquistato più punti di tutti (87,5 contro i 79,5 del rivale), ma ai fini della graduatoria si devono considerare solo cinque risultati su sei gare. Pedersoli ha potuto scartare uno “zero” dal mazzo, il varesino invece ha dovuto “buttare” ben 10 punti e così il bresciano ha vinto il titolo per due sole lunghezze. Ma d’altro canto il regolamento è questo e i piloti lo conoscono bene. Miele comunque è salito di livello dopo il quarto posto assoluto nel CIWRC del 2018 e si è confermato come uno dei migliori in campo nazionale.

CIWRC – Classifica Finale
1) Pedersoli-Tomasi 79,5; 2) MIELE-MOMETTI 77,5; 3) Signor-Bernardi 58; 4) Pinzano-Passone 40; 5) Carella-Bracchi 30.

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 15 settembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore