“Quella di Renzi è una divisione che mortifica gli iscritti”

Dopo gli interventi in ordine sparso dal campo del Partito Democratico è la segreteria provinciale per voce di Giovani Corbo a prendere una posizione ufficiale sulla scissione dell'ex segretario

giovanni corbo

“Il Partito Democratico vive in questi giorni una forte fibrillazione per la scelta dell’ex segretario Renzi di abbandonare il Partito per formare un nuovo soggetto politico. Tale decisione lascia sorpresi proprio in questa fase in cui il PD è al Governo con i 5 Stelle nel quadro di un’alleanza decisa in maniera univoca da tutta la Direzione Nazionale”.

Dopo gli interventi in ordine sparso dal campo del Partito Democratico è la segreteria provinciale per voce di Giovani Corbo a prendere una posizione ufficiale sulla scelta di Renzi diventata ufficiale martedì scorso. Un posizione netta:

“Il Progetto del Partito Democratico non è messo in discussione da questo, purtroppo, ennesimo episodio di divisione – dice Corbo -. Divisione che mortifica tutti gli iscritti, i militanti e coloro che guardano al nostro Partito come riferimento autorevole. A loro da parte della nostra Segreteria Provinciale va tutto il nostro supporto e sostegno per enfatizzare la loro attività sui territori. Quell’attività che rende la nostra comunità politica virtuosa a dispetto di una litigiosità di alcuni esponenti dei nostri vertici nazionali sfociata anche nell’ultima scissione”.

Dalla segreteria si pone evidenza sulle dichiarazioni dei tanti esponenti Pd, anche tra i più vicini all’ex segretario Renzi, che hanno scelto di rimanere nel partito, ma anche sulla scelta della deputata Maria Chiara Gadda che, invece, ha scelto di abbracciare il nuovo partito “Italia Viva”:

“raccogliamo con evidente soddisfazione le dichiarazioni dei nostri rappresentanti istituzionali Senatore Alfieri e Consigliere Regionale Astuti che confermano, non avevamo alcun dubbio, il loro impegno per lavorare con vigore per il Partito Democratico – spiega Corbo -. Rimaniamo fortemente amareggiati, invece, per la scelta dell’Onorevole Gadda che ha deciso di abbandonare il Partito che l’ha eletta parlamentare”.

di tomaso.bassani@varesenews.it
Pubblicato il 20 settembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore