Sponsor e nuove maglie: una giornata da Mastini

La società giallonera "in tour" nelle sedi dei partner commerciali per presentare le maglie da gioco della nuova stagione. Primo appuntamento in Openjobmetis, poi in OGILink e al Beccaria

Mastini varese Hockey

Giornata speciale quella di venerdì 20 settembre per i Mastini Varese, la squadra cittadina di hockey pronta a iniziare – con rinnovate velleità – il campionato di Serie B (che si chiama Italian Hockey League): la società del presidente Matteo Torchio ha infatti organizzato una sorta di “tour” all’interno delle sedi di tre importanti sponsor. In ogni tappa sarà svelata una delle maglie realizzate per la nuova stagione. «Uno dei nostri slogan per questa stagione parla di “Identità varesina” – spiega il presidente giallonero Matteo Torchio – e quindi siamo onorati di avere stretto queste collaborazioni con aziende del territorio. Di seguito il programma; all’interno di questo articolo troverete gli aggiornamenti al termine di ogni appuntamento.

Galleria fotografica

Una giornata da Mastini 4 di 12

11,30 – Openjobmetis (via Carrobbio) – Maglia del settore giovanile
16,30 – OGILink (via Robbioni) – Maglia trasferta prima squadra
18,30 – Caffé Beccaria (via Marrone) – Maglia casa prima squadra

 

AL BECCARIA UNA MAGLIA ISPIRATA ALLA STORIA

L’attesa maglia dei Mastini per le partite casalinghe è stata mostrata per la prima volta al Caffè Beccaria, punto di ristoro all’interno del centro polispecialistico che ha sede a Casbeno. Padrone di casa un “mastino DOC” come Claudio Pucci, una lunga carriera da portiere della squadra giallonera: «Feci il mio esordio nella squadra senior in Alpenliga (il torneo sovranazionale cui Varese partecipava anni fa ndr) a soli 16 anni, con Jim Corsi, in una trasferta per la quale non erano disponibili gli altri portieri più esperti. Il Beccaria è di fatto uno sponsor tecnico perché appoggia i Mastini per quanto riguarda tutta la parte medica. Da parte mia sono felice perché dopo tanti anni sento tanto entusiasmo intorno all’hockey: abbiamo vissuto momenti bellissimi e spero si possa ripetere quelle sensazioni con lo stadio pieno».

La divisa per i match interni vede la prevalenza del colore giallo e, come quella nera, riporta sulle maniche una fascia biancorossa che ricorda i colori cittadini ma anche alcune casacche del passato. «Questa maglia è nata con l’idea di far uscire la passione che negli anni c’è stata per questo sport e per i Mastini Varese. Un parto abbastanza complesso, ci abbiamo lavorato per 9 giorni, ma ne siamo orgogliosi» ha detto il presidente Torchio.
«La maglia nera invece è molto vicina a quella del primo scudetto targato Kronenbourg – ricorda Matteo Malfatti – speriamo sia viatico per tornare a vivere momenti importanti e lottare per il vertice. Il responso arriverà dal campo, ma abbiamo fatto scelte importanti con giocatori che hanno già dimostrato di essere dei vincenti».

maglia nera mastini hockey ogilink

OGILINK: VELOCITÀ E DINAMISMO SUL GHIACCIO E NELLA CONNESSIONE

Tra gli sponsor che hanno confermato il proprio supporto ai Mastini c’è OGILink, azienda nata e cresciuta a Varese che si occupa di connettività. Nella sede di via Robbioni la società del presidente Torchio ha presentato la maglia nera, quella da utilizzare in trasferta (indossata da Schina, uno dei nuovi acquisti), svelando il particolare delle fasce biancorosse che mettono in risalto quelli che sono i colori della città.

La conferma di OGILink tra gli sponsor è significativa: «Siamo stati soddisfatti di quanto squadra e società hanno fatto lo scorso anno, quindi siamo felici di rinnovare il nostro impegno» ha detto il CEO dell’azienda, Diego Sampaoli.
«Bello che ci venga data fiducia, ma proprio per questo dovremo essere bravi a non tradirla» ha spiegato invece Torchio che poi ha fatto un parallelo tra le due realtà. «OGILink si occupa di prodotti in cui velocità e dinamismo sono necessari, le stesse qualità che deve avere una squadra di hockey come la nostra». Squadra che, quando viaggerà in pullman verso le piste avversarie, potrà godere di una connessione continua grazie alle apparecchiature messe a disposizione dallo sponsor anche in viaggio, oltre che al palaghiaccio.

Una giornata da Mastini

OPENJOBMETIS E IL VIVAIO: “SCOVIAMO I TALENTI”

Sarà il marchio Openjobmetis, un ritorno sulle maglie giallonere, a caratterizzare le formazioni giovanili dei Mastini che hanno nel team U16 l’esperimento più importante in chiave futura, visto che Varese sarà l’unica formazione lombarda a partecipare al campionato nazionale. Il vivaio conta oggi una novantina di ragazzi ma l’idea è quella di arrivare a circa 110: «Avere alcuni giocatori della prima squadra tra gli istruttori è fondamentale sia per la parte tecnica, sia per le motivazioni che danno ai nostri giovanissimi atleti» spiega Mirko Bianchi, il responsabile del settore giovanile.

A rappresentare Openjobmetis, Stefania Trevisol: «Il lavoro della nostra azienda è proprio quello di scovare talenti, farli crescere e inserirli in un contesto adatto alle loro qualità. Per questo abbiamo scelto di abbinare il marchio al settore giovanile di una società che cura molto questo aspetto. OJM è da sempre molto vicina al mondo dello sport e anche grazie all’interessamento del nostro a.d. Rosario Rasizza abbiamo voluto stringere questo accordo con i Mastini».
Alla breve cerimonia hanno preso parte anche il presidente Torchio, Maurizio Fiori e il ds Matteo Malfatti: «Il lavoro di equipe è fondamentale – ha ricordato quest’ultimo – tante persone hanno lavorato per arrivare a costruire un club solido e una squadra ci auguriamo sia stata migliorata rispetto alla precedente. Avere sponsor così importanti è un ulteriore stimolo per proseguire su questa strada».

Ultimo aggiornamento effettuato alle 19,40

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 20 settembre 2019
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Una giornata da Mastini 4 di 12

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore