Gianfranco Brebbia, Distretto 51 e Luna: all’Insubria il convegno rock

Venerdì 25 ottobre torna il convegno dedicato al regista varesino “Idea assurda per un filmaker”. Protagonista la Luna tra scienza, musica, arte e letteratura

gianfranco brebbia presentazione convegno

Il cinema sperimentale del regista Gianfranco Brebbia ritorna all’Insubria.
Venerdì 25 ottobre presso l’aula magna dell’Università degli studi dell’Insubria si terrà il convegno “Idea assurda per un filmaker”, che, nella sua quinta edizione, avrà come protagonista la Luna.

Durante il corso della giornata si alterneranno gli interventi di numerosi docenti, che accompagneranno il pubblico alla scoperta degli aspetti più affascinanti del nostro satellite.

L’appuntamento di venerdì accompagnerà la premiazione dei filmaker vincitori del “Premio Gianfranco Brebbia”. L’edizione di quest’anno ha avuto come tema: “La Luna, tra alchimia e magia”. La giornata sarà animata anche da un piccolo concerto dello storico gruppo varesino dei Distretto 51, che ha musicato il film realizzato nel 1969 da Gianfranco Brebbia.

Il convegno inizierà alle 8.30 di venerdì 25 ottobre con la presentazione a cura di Giovanna Brebbia, figlia di Gianfranco Brebbia e organizzatrice del convegno. A 50 anni dal primo allunaggio, molti docenti provenienti dall’Università dell’Insubria ma anche dagli atenei di Milano, Genova, Padova, Firenze e Parigi tratteranno il tema della Luna sotto gli aspetti più diversi.

Si parlerà di storia con i docenti Ezio Vaccari, Katia Visconti, Antonio Orecchia, di filosofia con Fabio Minazzi, di letteratura con Gaspare Polizzi e Massimo Bacigalupo, di danza con Cristina Grazioli, di teatro con Stefano Tommasini, di archivistica con Giovanni Luca Dilda, ma anche di televisione con Andrea Bellavita e chiaramente di cinema con Mauro Gervasini, Dominique Willoughby e Matteo Pavesi. Si tratterà anche la storia dell’arte con Guido Bartorelli e Federica Stefanini, di storia della musica con Corrado Greco. La giornata si concluderà con gli interventi di Rolando Bellini e di Erica Tamburini.

Parteciperà al convegno anche l’attore Edoardo Sylos Panini, che si esibirà con la lettura di brani tratti dalle opere di Oriana Fallaci, Galileo Galilei e Giacomo Leopardi. Un altro ospite sarà il fotografo Luca Missoni, che proietterà le sue fotografie e presenterà la sua installazione “Moon Atlas”.

Al convegno interverrà anche l’artista Marcello Morandini, intervistato da Mauro Gervasini e premiato col “Premio Gianfranco Brebbia” alla carriera dal rettore dell’Insubria Angelo Tagliabue.

Durante la giornata saranno premiati i vincitori del “Premio Gianfranco Brebbia”, concorso aperto a tutti, e di “Prospettive”, dedicato invece agli studenti.
Alle 16 sarà proiettato il film sperimentale “Idea assurda per un filmaker. Luna”, che Gianfranco Brebbia girò nel 1969 dopo lo sbarco sulla Luna e il concerto di Woodstock.

«Abbiamo ricevuto tantissimi filmati – ha fatto sapere Giovanna Brebbia, organizzatrice della manifestazione – per questa edizione del “Premio Gianfranco Brebbia”. Sono molto soddisfatta di questa grande partecipazione».

«Sono orgoglioso – ha commentato il rettore dell’Università dell’Insubri Angelo Tagliabue – di ospitare nel nostro ateneo una manifestazioni con così tante personalità. Il programma della giornata è veramente ricco e ringrazio Giovanna Brebbia per la metodicità con la quale è riuscita a organizzarlo».

«Questo convegno – ha detto Fabio Minazzi docente dell’Insubria e coordinatore della rassegna “Festival dei giovani pensatori” – rappresenta un ottimo connubio tra università studio e città. Siamo felici di inserirlo nel “Festival dei giovani pensatori” destinato principalmente agli studenti. Ricordiamo inoltre che il collegio Cattaneo ospita l’archivio di Gianfranco Brebbia».

«Grazie a questo convegno – ha dichiarato Francesca Strazzi, assessore alle politiche giovanili del comune di Varese – la città ha avuto la possibilità di conoscere il lavoro di Gianfranco Brebbia. Parlare della luna, un tema ancora così attuale, in un modo diverso e interessante, penso sia un’ottima idea per avvicinare i giovani al mondo della cultura».

di
Pubblicato il 21 ottobre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore