Le piste di Varese e Gavirate attendono gli azzurri

La Varese Sport Commission ha stretto un accordo con la Federazione di atletica per portare eventi, raduni e congressi sul nostro territorio. Il presidente Lunghi a Doha anche per alcuni incontri extra-sportivi con possibili investitori

vittoria fontana - foto Fidal

Vedremo presto Gimbo Tamberi valicare l’asticella e atterrare sui materassoni a Gavirate? O Filippo Tortu scattare dai blocchi e “bruciare” il rettilineo a Calcinate degli Origoni? Possibile, perché la Camera di Commercio, attraverso la Varese Sport Commission, ha siglato un accordo con la Fidal (Federazione Italiana di Atletica Leggera) per portare sul nostro territorio sia alcuni raduni degli azzurri, sia manifestazioni sportive di grande rilevanza, sia ancora eventi di natura formativa.

Per sottoscrivere il protocollo di intesa, il presidente della Camera di Commercio Fabio Lunghi è volato a Doha, in Qatar, dove sono in corso di svolgimento i Mondiali di una disciplina sportiva considerata a buon titolo la “regina” dei Giochi Olimpici. «Il protocollo coinvolge tutto il nostro territorio provinciale e porta la firma anche dei sindaci di Gavirate e Varese (Silvana Alberio e Davide Galimberti ndr) in ragione dei due impianti appena rinnovati» ricorda Lunghi che poi sottolinea come l’accordo non riguarderà solo eventi agonistici ma anche raduni di atleti, incontri formativi per i tecnici, assemblee e congressi, così da coprire una più ampia fetta nel settore dell’accoglienza.

Varese tra l’altro, pochi anni or sono (nel 2011), mise a disposizione gli spazi interni dell’ippodromo per la disputa dei campionati italiani di cross country (quella che un tempo, più italianamente, si chiamava corsa campestre…) aprendo anche nel grande impianto di Biumo Inferiore uno spazio ampio e adatto per l’atletica leggera. «Abbiamo trovato nella Fidal un interlocutore sensibile e attento, che apprezza lo sforzo della Camera di Commercio, attraverso il suo progetto Varese Sport Commission, di fare dello sport a 360 gradi uno strumento di valorizzazione turistica». E d’altra parte nella nostra provincia l’atletica ha sempre avuto un posto rilevante: basti pensare alle partecipazioni olimpiche dei vari Ottavio Missoni (Londra ’48), Ito Giani (Tokyo ’64 e Città del Messico ’68) o Giuseppe Maffei (Sydney 2000). Oggi i nomi più importanti sono quelli di Lorenzo Perini, Sara Dossena (entrambi in gara a Doha), Virginia Troiani, Simone Cairoli o della giovanissima Vittoria Fontana (foto in alto / Fidal), la gallaratese recente oro nei 100 metri agli Europei Juniores.

La missione di Lunghi a Doha ha risvolti che vanno oltre all’accoglienza sportiva: il presidente della Camera di Commercio ha infatti in agenda alcuni incontri con autorità locali e comunità economica qatariota per presentare una serie di opportunità di collaborazione e investimento sul nostro territorio. «Proprio l’area di Malpensa – annuncia Lunghi – è già al centro dell’attenzione di un importante gruppo del Qatar, interessato a realizzare una base logistica per la propria attività in Europa. Un progetto che il nostro ente sta seguendo in stretta sinergia con la diplomazia economica italiana: Ambasciata, agenzia ICE e Camera di Commercio Italiana in Qatar».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 ottobre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore