Mondiali di Doha, Martinenghi va in finale e ottiene il pass olimpico

Il 24enne di Azzate nuota in 59.13 la semifinale e ottiene il quarto tempo: un crono che vale il minimo per i Giochi. Lunedì 12 alle 17 la gara per le medaglie

nicolò martinenghi mondiali doha - foto DBM

Due obiettivi in un colpo solo. A Doha, in Qatar, Nicolò Martinenghi firma la sua partecipazione ai Mondiali di nuoto 2024 qualificandosi per la finale dei 100 rana e – grazie al cronometro – strappando il pass per partecipare alle Olimpiadi di Parigi della prossima estate, forse il maggiore obiettivo della sua partecipazione iridata

Il campione di Azzate, che ai Giochi di Tokyo vinse due bronzi (nei 100 rana e in staffetta), ha nuotato la propria semifinale in 59.13, tempo che rientra in quel minimo fissato dalla federazione per poter prendere il volo in direzione della capitale francese. (Foto DBM / DeepBlueMedia)

Quello di Martinenghi è stato il quarto tempo assoluto tra i partecipanti ai 100: davanti a tutti è tornato Adam Peaty, il britannico primatista del mondo e per anni dominatore della rana. Peaty ha toccato in 58.60 e ha preceduto gli altri grandi interpreti della specialità, l’americano Nic Fink (58.73) e l’olandese Arno Kamminga (58.87). A Doha manca invece il cinese Qin Haiyang che l’anno scorso ai mondiali di Fukuoka vinse 50, 100 e 200.

L’azzurro dovrà ora provare a salire almeno un altro gradino per ottenere una medaglia: la finale è in programma alle 17,02 di lunedì 12 febbraio (al mattino invece primo turno per Arianna Castiglioni, nei 100 rana donne). Martinenghi, che fu oro nel 2022 a Budapest, dovrà migliorare la prima vasca, in cui è stato troppo lento in semifinale; ottimo invece il ritorno.

«L’obiettivo pass olimpico è stato raggiunto e sono arrivato a Doha soprattutto con questo traguardo – spiega al sito FIN Martinenghi, oggi tesserato per l’Aniene e sempre allenato da Marco Pedoja – Adesso sarò più sereno per affrontare la finale e la preparazione in vista di Parigi. Sono convinto che in finale siamo tutti sullo stesso livello. Rispetto a Fukuoka sono più sereno e ho migliorato alcune cose nella mia vita personale e in vasca».

Damiano Franzetti
damiano.franzetti@varesenews.it

VareseNews è da anni una realtà editoriale, culturale e sociale fondamentale per il territorio. Ora hai uno strumento per sostenerci: unisciti alla membership, diventa uno di noi.

Pubblicato il 12 Febbraio 2024
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.