A Malpensa la prima protesta contro la Turchia e in solidarietà ai curdi

Il sindacato di base Cub Trasporti aveva già annunciato la mobilitazione. L'aeroporto scelto perché vi opera anche la compagnia di bandiera Turkish

È scattata a mezzogiorno la prima protesta a Malpensa in solidarietà ai curdi e contro l’attacco turco in Siria.

Il sindacato di base Cub Trasporti l’aveva annunciato settimana scorsa: un primo segnale ai lavoratori di Malpensa, per arrivare a una manifestazione. E mercoledì 23 ottobre, alle 12, si è tenuto il primo corteo, guardato a vista dagli agenti di Polizia.

Il sindacato di base si è mosso perché da Malpensa opera anche Turkish, con cinque voli giornalieri per Istanbul Ataturk e Istanbul Sabiha Gokcen. Nel gruppo che protestava anche alcuni curdi residenti in Italia. La manifestazione ha provocato qualche disagio e ritardo ai voli per la Turchia, ma si è svolta in modo ordinato (salvo qualche battibecco in turco tra curdi e passeggeri turchi).«Stanno bombardando la Siria del Nord, stanno massacrando i curdi del Nord e tutte le etnie che abitano la zona e che hanno combattuto l’Isis, che hanno fermato l’esercito reazionario» hanno spiegato gli attivisti della Cub Trasporti.

Malpensa generica 2019

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 ottobre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore