Un patto per donare: Avis e Comune ancora più uniti

Avis e Amministrazione comunale hanno firmato ieri una convenzione quinquennale che concede all'associazione la sede in uso gratuito e definisce nuove collaborazioni anche con le scuole

Vedano Olona varie

 

E’ stata sottoscritta ieri in Sala consiliare una convenzione quinquennale che sancisce una nuova e più stretta collaborazione tra il Comune di Vedano Olona e la sezione Avis vedanese.

La convenzione, del tutto nuova nel suo genere, è finalizzata a sviluppare coordinamento e collaborazione tra l’ente pubblico e l’associazione, per realizzare sul territorio progetti di sensibilizzazione alla cultura e alla pratica della partecipazione sociale, della solidarietà, del volontariato e del dono, con particolare attenzione a quello del sangue e degli emocomponenti ma anche di promozione di salute e di stili di vita sani e positivi tra la popolazione.

Firmata volutamente nel periodo del “Giorno del dono“, in calendario il 4 ottobre di ogni anno, la convenzione è ispirata al protocollo d’intesa sottoscritto lo scorso anno tra Anci-Associazione nazionale Comuni italiani e Avis nazionale ed altre organizzazioni di donatori, e pone le basi per l’organizzazione di iniziative condivise e partecipate di informazione, anche con eventi dedicati o manifestazioni, che possano coinvolgere la popolazione sensibilizzandola alle buone prassi donative, mirate ad incontrare i bisogni presenti nel sociale, fra i quali, primariamente, le necessità trasfusionali di sangue e di emocomponenti.

Oggetto della convenzione è la concessione in uso gratuito all’Avis da parte dell’Amministrazione comunale dei locali della Palazzina civica “Sandro Pertini”, in centro paese, con una soluzione che, grazie anche ad orari di apertura concordati e alla presenza di volontari preparati, garantisce nel tempo un luogo stabile, appropriato e fruibile per lo svolgimento dell’attività associativa e per accogliere ed incontrare i concittadini che desiderano accostarsi o entrare con impegno nella realtà della donazione.

«Un accordo importante – ha detto il presidente di Avis Vedano Paolo Hénin – Impegni reciproci tra i firmatari e modalità di svolgimento delle attività avisine danno forma e contenuto ad un’intesa che consente ad Avis, storica associazione presente sul territorio comunale da oltre 55 anni ed attiva oggi con i sui quasi 250 soci, i quali effettuano, mediamente ogni anno, circa 300 donazioni presso il Servizio Trasfusionale di Varese, di operare con più efficacia al servizio della collettività, in una sede dove la promozione del “dono” sarà stabilmente di casa».

«Una convenzione innovativa che sancisce una collaborazione con Avis Vedano che prosegue da anni – ha aggiunto l’assessore ai servizi sociali Simona Ghiraldi – L’associazione inoltre si farà promotrice di iniziative di informazione e promozionali di significativa valenza sociale, a partire dagli incontri nelle scuole, alle quali l’Amministrazione comunale, attraverso lo strumento del patrocinio, potrà dare il proprio supporto operativo comprendente anche l’impiego dei propri mezzi di comunicazione degli eventi».

di
Pubblicato il 11 ottobre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore