Il gran raduno degli oratori a Brugherio

Sabato l'assemblea dei responsabili degli oratori lombardi

Il duomo di Milano

Sabato 9 novembre a Brugherio si terranno gli “Stati generali degli oratori della Diocesi di Milano”: milleduecento responsabili si riuniranno in assemblea per progettare l’oratorio del futuro.

L’assemblea, rappresentativa del vasto mondo oratoriano della Diocesi ambrosiana, attraverso laboratori guidati da esperti in campo educativo, sarà invitata a tradurre in proposte concrete le indicazioni segnalate dal “Decalogo degli oratori” proposto dall’Arcivescovo Delpini all’inizio del percorso “Oratorio 2020”.

L’incontro, che intende essere una forte riproposizione del valore dell’oratorio all’interno delle parrocchie e delle comunità pastorali della Diocesi di Milano, si terrà al grande “Oratorio San Giuseppe” di Brugherio (via Italia 68) occupando l’intera giornata di sabato 9 novembre.
Per permettere la partecipazione di tutti i delegati sono previste due sessioni con lo stesso programma: al mattino (dalle 8.30 alle 12.30) e al pomeriggio (dalle 14.00 alle 18.00). Ad aprire i lavori dell’Assemblea al mattino sarà il vicario generale monsignor Franco Agnesi; nel pomeriggio l’arcivescovo monsignor Mario Delpini.

In ognuna delle due sezioni le relazioni di avvio dei lavori saranno tenute da don Michele Falabretti, Responsabile del Servizio Nazionale (CEI) per la Pastorale giovanile e da don Stefano Guidi, Responsabile del Servizio diocesano Oratorio e Sport e direttore della Fom (Federazione Oratori Milanesi). A seguire i partecipanti saranno coinvolti in 30 diversi workshop. Degli esperti in campo formativo accompagneranno gli aderenti a ciascun workshop a recepire i criteri fondamentali in vista della definizione di un progetto educativo. I progetti, che saranno poi elaborati concretamente da ciascun responsabile coadiuvato dallo staff degli educatori del proprio oratorio nel corso dell’anno pastorale 2019-2020, saranno infine consegnati all’Arcivescovo, nel contesto di una grande festa diocesana degli oratori in programma nell’ottobre del prossimo anno.

«L’oratorio è stato una intuizione geniale che, in modo particolare nella nostra Diocesi ha messo radici. Difronte al nuovo contesto socioculturale, sentiamo l’esigenza, come chiesa diocesana, di rilanciare la primaria vocazione educativa dell’oratorio ambrosiano, affinché questa realtà non venga appiattita su una dimensione esclusivamente funzionale – sottolinea don Stefano Guidi -. Proprio con la proposta di un ‘Decalogo’ l’Arcivescovo Mario ci ha voluto ricordare che l’oratorio è per tutti, ha un indole primariamente popolare, al fine di insegnare a tutti i bambini ei ragazzi delle nostre comunità cristiane, la strada e il luogo più adatto per incontrare e conoscere Gesù e non soltanto un luogo dove si erogano servizi di custodia e di sostegno alle famiglie che volentieri ci affidano i loro figli. Ci siamo dati pertanto un intero anno per approfondire tutte le questioni inerenti le convergenze problematiche e ideali che ancora oggi un oratorio rappresenta. Questi ‘Stati generali degli oratorio milanesi’ diventano pertanto uno snodo fondamentale del processo che è stato avviato, consapevoli che il traguardo del 2020 ormai è vicino».

Secondo l’ultimo censimento “L’oratorio oggi”, realizzato nel 2015 da “Ipsos Italia” per conto degli Oratori Diocesi Lombarde (ODL), sono 2307 gli oratori presenti in Lombardia e 937 sono gli oratori della Diocesi di Milano. Capillarmente diffusi all’interno delle parrocchie e delle comunità pastorali, sono ordinariamente aperti in modo continuativo nel pomeriggio di ogni giorno dell’anno.
Ciascun oratorio offre normalmente ad una fascia di età che va dai 6 ai 19 anni, una vasta gamma di attività, oltre alla formazione propriamente catechetica cristiana: da alcune forme di volontariato a innumerevoli e abbondanti attività sportive e di carattere culturale come il teatro e varie forme di animazione. Si sta inoltre diffondendo la disponibilità di alcuni ambienti oratoriani per lo svolgimento di attività parascolastiche istituzionali, come il doposcuola. In un oratorio su tre, gruppi di volontari adulti aiutano i bambini dai 6 ai 12 anni nello svolgere dei compiti scolastici.

In allegato il Decalogo dell’Arcivescovo. Il documento trae ispirazione dal decalogo scritto dall’arcivescovo di Milano card. Giovanni B. Montini (1954-1963, poi divenuto papa Paolo VI e oggi santo).
Il testo è pubblicato in “Oratorio. Indicativo presente” (Centro Ambrosiano, 10 euro).

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 07 Novembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.