Pannelli per porte blindate: come coniugare sicurezza ed estetica

Rapine e furti in casa sono, purtroppo, una realtà sempre più frequente, specialmente per chi abita in quartieri o zone considerate a rischio

vario

Rapine e furti in casa sono, purtroppo, una realtà sempre più frequente, specialmente per chi abita in quartieri o zone considerate a rischio. Dall’esigenza di proteggere se stessi, i propri familiari e i beni di maggior valore, nascono oggi varie soluzioni, che permettono di accrescere la sicurezza del luogo in cui si abita: dalle porte blindate agli impianti di videosorveglianza di ultima generazione.

Tuttavia, queste possibili soluzioni si scontrano, talvolta, con il desiderio di arredare la propria abitazione con gusto e raffinatezza: per questo motivo, i produttori di infissi di sicurezza, hanno pensato bene di concentrarsi, oltre che sulla funzionalità e resistenza dei prodotti, anche ad un design che risulti elegante e di tendenza.

Un particolare attenzione verso la ricerca estetica si ritrova soprattutto nel settore delle porte blindate, come ci conferma una delle aziende leader di questo settore, EFM Legno produttore di pannelli per porte blindate in legno, ma non solo: una gamma di prodotti innovativi, che consentono di accrescere il livello di protezione in casa, senza con ciò rinunciare ad un arredamento di design.

Ma come sono fatti i rivestimenti per porte blindate? Quali sono le tipologie disponibili sul mercato?

Partiamo, innanzitutto, dai materiali: elemento protagonista è il legno, impiallacciato (per chi desidera una soluzione low cost) o legno massello (per chi, invece, preferisce un prodotto d’eccellenza). Le finiture dei pannelli sono innumerevoli e per tutti i gusti: dall’effetto legno naturale alle varianti cromatiche più originali, passando per fantasie classiche e moderne.

I pannelli e i rivestimenti vengono, poi, applicati direttamente sulle porte blindate che, a questo punto, diventeranno un elemento chiave dell’arredamento domestico: sarà possibile scegliere tra un effetto tono-su-tono, puntando su finiture che riprendono i colori e i materiali dei mobili, o su un design a contrasto, con tonalità accese e brillanti (molto richiesto, in tal senso, il colore rosso).

Su quali tipi di porte blindate possono essere installati i pannelli in legno? Questa lavorazione si adatta ad ambienti sia interni che esterni ma, naturalmente, occorre scegliere un rivestimento ad hoc per il contesto: strutture compatte e resistenti, per porte che si affacciano su cortili, giardini o spazi all’aperto; pannelli pantografati, con fantasie e disegni personalizzati, per l’interno della casa.

La prima tipologia è, infatti, pensata per resistere all’esposizione alla pioggia, all’umidità, ma anche ai raggi solari. Ecco perché si utilizzano, in genere, materiali solidi e performanti come il legno massello, o in grado di sopportare frequenti intemperie come l’alluminio. Non mancano, poi, i pannelli realizzati con materiali innovativi, ancora più resistenti, dall’elevato potere isolante.

Per gli ambienti interni (appartamenti o uffici), invece, la tendenza è quella di preferire finiture eleganti, dall’ispirazione classica, per chi predilige un arredamento di tipo tradizionale, oppure più moderne: la gamma di colorazioni, disegni, fantasie, ecc. è davvero vastissima, per incontrare i diversi gusti della clientela e adattarsi anche agli stili più particolari e all’avanguardia.

Molto richiesti, ad esempio, sono i pannelli pantografati per porte blindate: questa tecnica, infatti, lascia ampio spazio alla creatività del committente, che potrà personalizzare i suoi rivestimenti in ogni dettaglio. La superficie è liscia, mentre le finiture vanno dal legno naturale alle tinte più innovative, valorizzate da disegni geometrici, sino alle varianti più originali ed esclusive.

Ma quali sono i vantaggi dei rivestimenti per porte blindate? Certamente, a livello estetico, l’uso di pannelli permette di integrare i serramenti di sicurezza nell’arredamento della casa o dell’ufficio. Dunque, non sarà più necessario scegliere tra un’abitazione ben protetta e uno stile di tendenza, perché la porta blindata diventerà un elemento d’arredo, al pari di una cornice o una lampada.

Ma, al contempo, i pannelli per porte blindate hanno anche un’altra finalità: quella di isolare e proteggere gli infissi dall’usura, creando uno schermo efficace contro l’umidità, la salsedine marina, il calore e la luce solare. Ciò significa che la porta potrà durare più a lungo, mantenendo prestazioni ottimali, senza subire rigonfiamenti o variazioni che potrebbero intaccarne le funzionalità.

Dunque, in base alla posizione della porta (all’interno, come in condominio, o all’esterno, come in una villetta indipendente) e, ovviamente, a seconda dello stile architettonico e di arredamento dell’edificio, sarà possibile optare per differenti pannelli e rivestimenti per porte blindate, senza dover più scegliere tra sicurezza ed estetica ma, anzi, integrando questi due importanti aspetti.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 27 Novembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.