Ferno e Samarate ricordano i 5 martiri partigiani

Furono trucidati dai fascisti il 5 gennaio del '45. Il paese li ricorda con una messa, un corteo e un incontro in sala consiliare alla presenza del Consiglio dei Ragazzi

Ferno generica generiche

Ferno ricorda i Cinque Martiri e lo fa con una cerimonia ufficiale che si terrà domenica 5 gennaio 2020, alle 10.30 (con ritrovo alle 10.00), nella Sala Consiliare di via Roma 51, alla presenza del Sindaco, delle autorità civili e religiose, del Consiglio del Ragazzi e delle classi quinte della scuola primaria “Monsignor Bonetta”.

Insieme al Comune di Samarate, verranno commemorati i cinque partigiani, poco più che ventenni, trucidati dai fascisti nell’inverno del 1945, il 5 gennaio appunto, in una cascina di Ferno. I cinque giovani partigiani erano Silvano Fantin, Nino Locarno, Claudio Magnoli, Dante Pozzi e Paolo Salemi.

La commemorazione religiosa avrà inizio già sabato 4 gennaio alle ore 18.30 con la celebrazione della Messa nella Chiesa Parrocchiale di Ferno. Domenica 5, invece, alle 8.30 si terrà la Messa a Verghera. Da qui partirà il corteo che condurrà fino al cimitero dove saranno posate le corone di fiori per i giovani vergheresi uccisi. Alle 10.00 ci si sposterà, quindi, nella Sala Consiliare di Ferno dove al discorso ufficiale del Sindaco e del Sindaco dei Ragazzi seguiranno gli interventi delle scuole di Ferno e della Professoressa Renata Ballerio, rappresentante provinciale dell’ANPI.

Quest’anno, poi, il Comune di Ferno ha chiesto al nipote di uno dei cinque martiri, Luciano Magnoli, nipote di Claudio Magnoli (detto “Dino”) di intervenire in Sala Consiliare. «La presenza e l’intervento del Signor Magnoli – spiega l’Assessore alla Cultura Sarah Foti – sarà un’occasione per i ragazzi in sala di ascoltare la testimonianza di chi, bambino come loro, quella giornata la visse in prima persona e, negli anni successivi, attraverso i ricordi di prima mano raccolti in famiglia».

Per tutta la durata della cerimonia di commemorazione, che si concluderà con il corteo e la deposizione della corona davanti al Monumento dei Cinque Martiri, in Sala Consiliare resterà esposto un quadro ispirato alla tragedia e dipinto dall’artista fernese Ugo Perini.

I cinque partigiani verranno ricordati anche il prossimo 3 gennaio con uno spettacolo teatrale “Ruggine – Morto per la libertà” che si terrà al salone della Cooperativa San Martino.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 dicembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore