Pesaro in cerca di una scossa, ma la Openjobmetis non può sbagliare

Dopo il brutto derby con Cantù, i biancorossi di Caja vogliono tornare a infiammare Masnago. Di fronte l'ex Sacco con la sua Carpegna, ancora a quota zero. Si gioca domenica 15 dalle ore 18

Acqua S. Bernardo Cantù - Openjobmetis Varese 74-67

Vietato fare scherzi: dopo la brutta sconfitta nell’atteso derby di Cantù con la “solita” prestazione moscia da trasferta, la Openjobmetis è attesa dall’incontro casalingo sulla carta più facile della stagione. Domenica 15 (dalle ore 18) i biancorossi ospiteranno infatti un’antica avversaria che se la passa piuttosto male, la Victoria Libertas Pesaro che dopo undici partite giocate giace ancora a quota zero in fondo alla classifica.

Il classico incontro, però, in cui gli ospiti non hanno nulla da perdere e per questo da affrontare con il piglio giusto, quindi non quello mostrato a Desio, tanto per intenderci. La Carpegna Prosciutto arriva a Masnago con il nuovo allenatore, quel Giancarlo Sacco che nel ’90 portò la Ranger in finale scudetto proprio contro Pesaro (vi ricordate? Fu quella in cui a Sacchetti saltò il ginocchio…) che ha esordito settimana scorsa tenendo a lungo in scacco una Milano stanca.

Alla Enerxenia Arena non ci sarà il nuovo straniero ingaggiato dai marchigiani, quel Troy Williams che vanta oltre 70 presenze in NBA (e 6 punti di media/partita) con Memphis, Houston, New York e Sacramento nell’arco di tre stagioni e che la dirigenza pesarese ha ingaggiato per affidargli la difficile rincorsa salvezza. Ci sarà invece Riccardo Cervi, che dopo un po’ di naftalina dovrebbe finalmente mettere piede in campo per un esordio che, vada come vada, andrà preso con le molle.

Openjobmetis Varese - Virtus Roma 96-66

Priva di Williams, la Carpegna si affiderà agli stessi uomini visti fino a qui, tutti giovani visto che il veterano – il pivot Chapman – ha appena trent’anni: il play-realizzatore Jaylen Barford è la prima opzione in attacco, poi ci sono due talenti acerbi come Pusica e Drell e i più formati Mussini e Thomas. Da osservare alcuni italiani che un domani potranno dire la loro: Paul Eboua, ala di origine camerunese, potrebbe addirittura finire nel Draft Nba, Miaschi e Totè hanno già fatto buone cose in azzurro con le nazionali giovanili. Insomma, questa Pesaro ha impostazione e filosofia opposte a quelle di una Openjobmetis (a proposito: anche Caja è un ex di turno) che vuole proprio sfruttare esperienza e meccanismi ben rodati per spaccare la partita fin dalla contesa iniziale, come avvenuto nelle recenti esibizioni interne.

COACH TO COACH

Attilio Caja (Openjobmetis Varese) – «Pesaro arriva da una buona partita giocata con Milano, risultato che potrebbe avere dato fiducia ai nostri avversari. Questo ci deve far mantenere alta l’attenzione: si parte da 0-0, la classifica non conta. Noi abbiamo voglia di tornare a giocare bene davanti al nostro pubblico, con ritmo e difesa: troviamo una squadra che farà di tutto per fare risultato ma questo è anche il nostro obiettivo. Vogliamo proseguire la buona striscia casalinga e siamo fiduciosi di poter dare il nostro meglio».

Giancarlo Sacco (Carpegna Pr. Pesaro) – «Ci siamo allenati bene nonostante qualche acciacco. Voglio che la mia squadra giochi in velocità e abbia resistenza alla fatica e al gioco atletico per poi essere lucida nei momenti cruciali: siamo consapevoli delle nostre carenze ma trovando il giusto equilibrio possiamo fare un grande passo avanti. Contro Milano abbiamo dato tutto ma alla fine eravamo scontenti perché abbiamo assaporato la vittoria: Varese in casa ha perso una sola volta e gioca con grande fisicità: noi dobbiamo confermarci contro una squadra guidata da un allenatore che conosco da molto tempo e che ha una storia simile alla mia. Sono anche io pesarese e sento la responsabilità di essere il tecnico di questa formazione».

NEWS DAGLI EX

Come avevamo anticipato giovedì, è sempre più vicina la cessione in prestito di Aleksa Avramovic da Malaga all’Estudiantes Madrid, squadra di più bassa classifica nella quale però il serbo dovrebbe avere maggiore spazio. L’accordo sarebbe pronto, va solo ratificato.
Terza presenza in NBA invece per Norvel Pelle che ha partecipato – nella notte italiana – all’ennesima vittoria dei Philadelphia 76ers ai danni dei Pelicans (116-109). Per il pivot ex Varese bel bottino: 6 punti, 5 rimbalzi, 2 assist e 3 stoppate in 12′ di impiego. Non entrato, tra gli avversari, l’azzurro Melli.

DIRETTAVN

La partita della Enerxenia Arena sarà raccontata, azione dopo azione, dal nostro giornale nel consueto liveblog dedicato al basket e a disposizione fin dal venerdì con notizie, curiosità, immagini e con il sondaggio-pronostico pre-partita. Per intervenire si può scrivere nello spazio commenti oppure utilizzare gli hashtag #direttavn o #varesepesaro su Twitter o Instagram. Per accedere alla diretta, CLICCATE QUI.

CLASSIFICA (dopo 12 giornate): Virtus Bologna* 20; Sassari*, Milano 16; Cremona*, Brindisi*, Fortitudo Bologna*, Brescia 14; Treviso, Roma 12; Venezia*, Reggio Emilia*, Trento*, VARESE* 10; Cantù* 8; Trieste*, Pistoia 6; Pesaro* 0.

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 14 Dicembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore