Anche a Marnate “Il ragazzo di campagna” guarda il treno passare

Nella vecchia stazione ferroviaria un giovane artista ha realizzato un murales che riproduce la scena de celebre film con Renato Pozzetto

Generico 2018

Citare la scena del treno del film “Il ragazzo di campagna” significa scatenare l’entusiasmo di generazioni di appassionati di Artemio e delle sue vicende: ne è la riprova il successo avuto dalla notizia data ieri da SaronnoNews sulla rievocazione della scena per una pubblicità nella stazione Ceriano-Solaro. Anche la valle Olona omaggia ora il film: il merito è di Paolo Rossini, 40enne writer originario di Marnate, ora trasferitosi a Fagnano, che ha deciso di regalare ai suoi vecchi compaesani un murales davvero particolare: ad essere ritratti sono infatti il simpatico Artemio, protagonista della pellicola, interpretato da Renato Pozzetto, e l’amico Elpidio, uno degli abitanti del paese “Borgo Tre Case“, dove sono ambientate parte delle vicende del film.

Per chi non la conoscesse, la pellicola dell’84 narra la singolare storia di Artemio, un contadino che vive in un paesino della campagna lombarda, dal quale non si è ma allontanato. Arrivato a 40anni, sceglierà di cambiare il suo destino e smettere di fare il contadino, lasciando tutto per cercare fortuna a Milano. Forte, nel film, la caratterizzazione del borgo, abitato principalmente da anziani, dove a ravvivare le giornate dei contadini c’è un unico passatempo: osservare il treno che passa e contarne i vagoni.

Proprio il riferimento al passaggio della locomotiva (Da qui la frase “Il treno è sempre il treno”, ripetuta nel film e riprodotta sul murales) è il collante fra la pellicola e l’opera del marnatese: il luogo scelto da Rossini per realizzare il disegno è infatti la vecchia stazione ferroviaria di Marnate da cui partiva il trenino della Valmorea: di fronte al murales ci sono ancora i vecchi binari.
«Nella vita mi occupo per lavoro di altro – confida l’artista – ma la mia vera passione sono i murales. Avevo deciso di realizzare un’opera dedicata a un film e, ispirato dai binari che si trovano proprio di fronte alla vecchia stazione, ho pensato a “Il ragazzo di campagna” e a questa scena cult».

Non si tratta però della prima opera che il 40enne regala alla sua valle: «Ho l’abitudine di prendere un giorno di ferie per il mio compleanno, il 7 ottobre, e trascorrerlo realizzando nuovi murales. Negli anni ho prodotto diversi lavori: dal murales che ricorda i 70 anni della Repubblica Italiana, sopra il bunker di Marnate, agli animali – una rana e un picchio rosso maggiore – che si possono vedere nell’area fagnanese dei Calipolis, per passare poi alle opere alle scuole medie di Marnate. È davvero la mia più grande passione, insieme alle attività che svolgo con gli amici dell’associazione culturale di cui faccio parte, ‘La capra a tempo’, che ha sede proprio al primo piano della vecchia stazione».

Adesso chiunque deciderà di fare una passeggiata in valle, potrà fermarsi ad ammirare il bel lavoro di Rossini, che in poco tempo ha fatto parlare di se in paese e non solo: «In realtà il murales è stato realizzato prima dell’estate, ma si è cominciato a notarlo adesso perché una foto dell’opera è stata condivisa sui social dalle pagine ufficiali di Renato Pozzetto e dei suoi fans, compresa la celebre ‘Sole whisky sei in pole position’, che riprende i film cult di quel filone di cinema italiano».

Fra coloro che apprezzeranno il lavoro del giovane, ci saranno sicuramente quelli che sognano di risentire il fischio del treno passare in valle Olona: numerose associazioni e istituzioni sono infatti intenzionate a far rivivere il trenino della Valmorea. Lo scorso novembre ha visto un’accelerazione nella discussione sul progetto . In attesa di vedere il risultato di questo impegno, il ricordo delle locomotive che passavano da Marnate adesso sarà rappresentato anche dal murales di Rossini «Perché il treno è sempre il treno».

di
Pubblicato il 11 gennaio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore