Reddito di cittadinanza: 6.300 beneficiari nel Varesotto con assegno medio da 480 euro

A dare i dati, aggiornati al 7 gennaio 2020, è stato l’Inps accompagnando i numeri con una serie di analisi descrittive. Le regioni del Sud e delle Isole detengono il primato delle domande pervenute

reddito di cittadinanza

Sono state 13.329 le domande di reddito e pensione di cittadinanza presentate all’Inps in provincia di Varese in tutto il 2019.

Di queste 7.623 sono state le domande che sono risultate accolte, mentre 402 sono quelle nel frattempo decadute e 995 quelle tutt’ora in lavorazione. Questo significa che di tutte le richieste 4.611 sono risultate respinte perché non in linea con i requisiti richiesti.

Tra le richieste accolte per il reddito di cittadinanza in provincia di Varese risultano beneficiari 6.270 nuclei famigliari per un totale di 15.152 persone coinvolte. Per i nuclei famigliari l’assegno medio mensile risulta mediamente di 480 euro.

Sempre a Varese il dato sulle pensioni di cittadinanza riguarda 1.051 nuclei famigliari per un totale di 1.172 persone coinvolte e un assegno medio mensile da 200 euro.

A dare i dati, aggiornati al 7 gennaio 2020, è stato l’Inps accompagnando i numeri con una serie di analisi descrittive.

I dati nazionali

A livello nazionale al 7 gennaio 2020, 1,6 milioni di nuclei hanno presentato una domanda di Reddito/Pensione di Cittadinanza all’Inps: 1,1 milione (67%) sono state accolte, 88 mila (5%) sono in lavorazione e 457 mila (28%) sono state respinte o cancellate.

Le regioni del Sud e delle Isole, con 910.884 (56%), detengono il primato delle domande pervenute, seguite dalle regioni del Nord, con 462.945 nuclei (28%), e da quelle del Centro con 268.140 nuclei (16%).

L’importo medio mensile erogato dall’istituzione della prestazione ad oggi è pari a 493 euro, con un importo superiore del 7% rispetto a quello nazionale nelle regioni del Sud e delle Isole e inferiore dell’8% e del 14% rispettivamente nelle regioni del Centro e del Nord.

L’importo medio mensile varia anche in funzione della prestazione percepita: mediamente vengono erogati 532 euro per il Reddito di Cittadinanza e 222 euro per la Pensione di Cittadinanza.

Il 67% dei nuclei percepisce un importo mensile inferiore a 600 euro e l’1% un importo mensile superiore a 1.200 euro; la classe modale risulta quella dei nuclei con un solo componente che percepiscono un importo mensile compreso tra 400 e 600 euro (202 mila).

I dati lombardi

I nuclei famigliari coinvolti dal Reddito di cittadinanza in Lombardia sono 73.975 per un totale di 179.009 con un assegno medio mensile di 468,17 euro.

La pensione di cittadinanza in Lombardia, invece, è stata assegnata a 13.925 nuclei famigliari, ovvero 15.379 persone per un assegno mensile da 202 euro.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 gennaio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore