Al lavoro da giorni per spegnere il bosco che brucia

La situazione al campo base della Piana. Bonifiche e ultimi focolai da spegnere per chiudere definitivamente le operazioni. Ma le raffiche di vento preoccupano

Al campo base in Via alla Piana, tra Sesto Calende e Taino, si fa fatica a parlare sopra il rumore dell’elicottero che incessantemente si abbassa per riempire la vasca a fianco della strada. È lì che si attinge l’acqua da scaricare lungo i fronti dell’incendio che dal tardo pomeriggio di sabato interessa i boschi di Lentate.

Proprio qui, su entrambi i versanti della montagna, sono al lavoro da giorni una cinquantina di operatori a bordo di venti mezzi di soccorso: metà di loro provengono dalla sezione di Sesto Calende del Corpo volontari parco del Ticino l’altra metà dalla Provincia e dalla Comunità montana valli del Verbano.

I volontari e i vigili del fuoco impegnati nelle operazioni di spegnimento contano di riuscire a concludere le operazioni in giornata. La speranza è che con gli ultimi interventi si riescano finalmente a spegnere una volta per tutte le fiamme che finora hanno distrutto 30 ettari di boschi tra Lentate e Mercallo.

incendio lentate federico mongiorgiL’elicottero impegnato nelle operazioni. Foto di Federico Mongiorgi

Tutti i volontari insieme a una squadra provinciale di vigili del fuoco sono impegnati a bloccare gli ultimi focolai e a impedire in ogni modo che l’incendio possa ripartire. La concentrazione è altissima, così come il ritmo del lavoro. La concentrazione è altissima, così come il ritmo del lavoro. Altre squadre nel frattempo sono impegnate in un altro fronte, l’incedio alla Ticinella nel comune di Somma Lombardo.

Nonostante le operazioni sembrerebbero vicine alla conclusione, gli operatori sono preoccupati a causa delle raffiche di vento previste per la giornata e che già hanno iniziato a farsi sentire fin dalle prime ore del pomeriggio. Presenti in questi giorni anche 30 volontari con propri mezzi e attrezzature della squadra antincendio boschivo dell’Associazione Nazionale Alpini Sezione Varese.

Sono ore decisive, fanno sapere. È importante cercare di portare a termine le ultime operazioni di bonifica prima che la situazione diventi più difficile da controllare.

di
Pubblicato il 26 febbraio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore