“Crack”, la storia della Bemberg in scena a Taino

“Crack”, la storia della Bemberg in scena a Taino. Sabato 15, ore 21:00, Floriano Negri porta sul palco di Taino la storia sulla chiusura della storica azienda tessila di Gozzano

Generico 2018

A quasi un mese di distanza, ritorna a Taino l’appuntamento con la rassegna teatrale della Stagione dell’Olmo. Dopo “Il Bradipo e la Carpa”, che ripercorreva le vicende dei due allenatori ungheresi uniti contro la lotta al nazifascismo, questo sabato, 15 febbraio, ore 21, il prossimo spettacolo a solcare il palco tainese sarà “Crack”, per la regia di Floriano Negri.

Una “pièce” ambientata a Gozzano, sul Lago d’Orta, dove fin dagli anni ’30 del secolo scorso la storica azienda tessile tedesca Bemberg ha dato lavoro a tante famiglie dell’Alto Novarese per almeno tre generazioni, fino alla sua chiusura.

Con grande forza e ironia, l’attore e regista Floriano Negri interpreterà proprio tre protagonisti della vicenda, tutti appartenenti alla stessa famiglia, ricordando, ora con un sorriso ora con tragicità, i tempi andati e le tante storie che in molti hanno vissuto sulla propria pelle o ascoltato in famiglia.

«“Crack” – racconta il regista – è la storia di una fabbrica, ma al tempo stesso è la storia di tante fabbriche italiane degli ultimi cento anni, del nostro paese e della nostra gente».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 febbraio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore