Le sardine legnanesi lanciano un appello per Patrick Zaki

Erano circa in 200 i partecipanti al flash mob organizzato dalle sardine, tra loro anche il candidato sindaco del centrosinistra Lorenzo Radice. Le sardine hanno chiesto la liberazione dello studente egiziano detenuto e torturato nel

Flashmob sardine a Legnano

Circa 200 persone hanno partecipato al flash mob delle sardine legnanesi nella piazzetta dietro la stazione. La musica di Renato Franchi e dell’orchestrina del suonatore Jones, poesie e molti interventi hanno animato il pomeriggio. Tanti i temi toccati dalle persone che si sono alternate sul piccolo palco: dall’immigrazione ai diritti delle persone transessuali, dall’integrazione ai diritti di cittadinanza. Un appello in particolare è stato lanciato per la liberazione di Patrick Zaki, lo studente egiziano detenuto e torturato in carcere.

Galleria fotografica

Flashmob sardine a Legnano 4 di 15

Erano  presenti esponenti dell’Anpi, dei Verdi e con loro Lorenzo Radice, candidato sindaco del centrosinistra: «Sono qui anzitutto come… sardina e, naturalmente, come candidato sindaco. Sono qui perché mi sento particolarmente vicino a loro per come fanno politica, per il rispetto che hanno verso tutti, motivo centrale della mia campagna elettorale. Infatti, si possono criticare le idee degli altri, ma bisogna avere rispetto sempre per la dignità della persona».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 febbraio 2020
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Flashmob sardine a Legnano 4 di 15

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore