Lettera aperta al sindaco: “Busto al Centro c’è ed è pronta a collaborare”

I consiglieri di minoranza hanno scritto ad Antonelli per invitarlo a coinvolgere il "maggior numero di teste pensanti" nella gestione dell'emergenza, nel nome del bene comune

Busto Arsizio varie

I consiglieri comunali di “Busto al centro” hanno scritto una lettera aperta al sindaco Emanuele Antonelli, per invitarlo a coinvolgere il “maggior numero di teste pensanti” nella gestione dell’emergenza, nel nome del bene comune.

Ecco il testo della lettera:

Lettera aperta al signor Sindaco della Città di Busto Arsizio

La pandemia che ci sta attanagliando in queste settimane, accompagnata purtroppo in qualche caso dalla perdita di una persona cara, con un carico di forti preoccupazioni riguardanti non solo la salute ma anche i possibili effetti sul nostro futuro quotidiano , crediamo debba innanzitutto insegnarci a lasciare in disparte, tutte le polemiche che in questo momento a livelli locali e nazionali, stanno emergendo.

Ci sarà più avanti tempo, a mente fredda, di ragionare su errori, mancanze o ritardi sulle cose che si potevano o si sarebbero dovuto fare (e in questi momenti di surreali urgenze e bisogni , chi non ha fatto errori di sottovalutazione o di comportamenti errati o di scelte programmatiche non lungimiranti?).

Da tempo non abbiamo modo di partecipare attivamente alla gestione amministrativa comunale né a quella sanitaria ma pur consapevoli delle difficoltà, ne siamo dispiaciuti e pensiamo che questo e’ davvero il momento di stringersi tutti assieme e di remare nella stessa direzione, per superare questa drammatica stagione che speriamo abbia ancora breve durata.

Ed è in questa ottica che Busto al Centro Le chiede , come è avvenuto anche a livello nazionale fra maggioranza ed opposizione, che vengano messe da parte ideologie o preconcetti, in modo da consentire di riunirsi idealmente intorno ad un unico tavolo, per poter mettere in comune, idee e suggerimenti che portino a superare questo periodo, che come vediamo, sta cominciando ad essere tragico per tanti cittadini bustocchi.

Mettere pensieri ed azioni in comune , da qualsiasi parte esse arrivino ( partiti politici , gruppi , associazioni o la stessa protezione civile ) per cercare di risolvere i problemi che quotidianamente le persone si trovano a dover affrontare, potrebbe portare forse a sbagliare di meno ma soprattutto ad arricchire di proposte e contenuti le possibili risoluzioni.

Ci rendiamo conto inoltre che oltre all’ emergenza del momento, l’ amministrazione della nostra città debba proseguire anche nella gestione ordinaria ( situazione Accam ad esempio, opere edilizie e progetti in corso, ecc) e pur rendendoci conto della difficoltà oggettiva, fisica e logistica ci sentiamo in dovere di sollecitare ogni forma di informazione, di proposta e di attuazione degli argomenti da trattare per il proseguo della vita amministrativa.

Crediamo insomma signor Sindaco, che questo sia il momento di coinvolgere il maggior numero di teste pensanti per unire le forze ed essere veramente una squadra in nome della salute dei nostri concittadini in primis ma anche di tutti i problemi gestionali, economici e contingenti che la situazione ci sta sottoponendo ogni giorno.

Per questi motivi Le confermiamo la nostra fattiva collaborazione.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 marzo 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore