Ecco come noi medici di base curiamo a casa i pazienti Covid

La cooperativa Medici Insubria ha definito un protocollo, condiviso con Ats ed esteso a tutti i dottori, per la presa in carico e il monitoraggio dei positivi al domicilio. Presto l'utilizzo del "cerotto wireless"

prelievo sangue

In piena emergenza Coronavirus, la cooperativa Medici Insubria si è attivata per dare risposte concrete ai propri soci Medici di Medicina Generale ed ai pazienti presi in carico e su progetti specifici a tutti i medici di base dell’ATS Insubria e ai loro pazienti.

STRUMENTI DI DIAGNOSI E DI ISOLAMENTO EFFICACI

Il comitato scientifico di cooperativa in accordo con i riferimenti ospedalieri di branca ha sviluppato e distribuito un protocollo di terapia per fronteggiare l’avanzata del virus sul territorio consapevoli che se il territorio non ha strumenti per la diagnosi e per l’IMMEDIATO ISOLAMENTO dei conviventi i posti in ospedale non saranno mai abbastanza.

TAC ED ESAMI EMATICI
A partire da questa settimana, Medici Insubria, in accordo con ATS Insubria, dopo aver sperimentato dal 9 di marzo un Protocollo delle Cure primarie per la presa in carico dei pazienti sospetti Covid sul territorio , ha reso disponibile il proprio Centro servizi per coordinare e gestire le richieste di TAC ed esami ematici a cura dei Medici di Medicina Generale. L’obiettivo è la diagnosi dei pazienti affetti da COVID-19 con successiva segnalazione ad ATS e con la possibilità di una corretta gestione domiciliare se ritenuta possibile dal MMG.

PERCORSO IN SICUREZZA
E’ stato definito un protocollo con percorsi precisi e gestiti in sicurezza. Il servizio è garantito anche per i non soci di Medici Insubria operanti sul territorio di ATS Insubria. Al servizio può acceder solo il MMG tramite il Centro servizi con modalità comunicate da ATS

SINERGIA TRA OSPEDALE E TERRITORIO
«Siamo in una fase cruciale della lotta al COVID-19, come dimostrano i primi accordi con strutture ospedaliere riferimenti per il territorio potremo superare l’emergenza solo attraverso una vera sinergia tra ospedale e territorio. Ad oggi abbiamo già gestito circa 100 prenotazioni raccomandando ai medici la massima appropriatezza nella prescrizione secondo le linee guida condivise con ATS. Il medico oggi ha bisogno di strumenti snelli e urgenti per la diagnosi del paziente affetto da COVID-19, questo percorso agevola il medico e supporta il paziente che ha bisogno di sentirsi preso in carico in un momento di paura e smarrimento come quello attuale» commenta Giovanna Scienza, Vice Presidente di Medici Insubria.

TELEMONITORAGGIO
Come previsto dalla delibera regionale N. XI/2986 del 23/03/2020, Medici Insubria è già attiva con una piattaforma di telemonitoraggio del paziente COVID o sospetto con sintomatologia influenzale riconducibile a COVID al domicilio.
La soluzione proposta consente la sorveglianza clinica delle condizioni del paziente in raccordo con il medico di medicina generale e di monitorare l’andamento di alcuni parametri clinici misurati con device assegnati al paziente.
Il Varesotto parteciperà anche a una sperimentazione con il cerotto wireless: inizialmente sarà una piccola dotazione per testarne l’efficacia.

DISPOSITIVI DI PROTEZIONE
Sul fronte dei dispositivi di sicurezza, la cooperativa ha distribuito una prima tranche di mascherine FFP2 e in questi giorni sarà in distribuzione un nuovo lotto. Sono in dogana e domani saranno consegnate 40.000 mascherine chirurgiche che verranno distribuite gratuitamente ai soci di cooperativa per la loro protezione e quella dei propri assistiti che accedono agli ambulatori Il costo è stato sostenuto dalla Cooperativa grazie anche al contributo di Fondazione comunitaria del Varesotto

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 30 Marzo 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.