Covid19 e marciapiedi: il paradosso statistico

Le lamentele di un cittadino che ha appurato la presenza di deiezioni canine sui marciapiedi

marciapiedi scuola pellico varese
Venerdì 3 aprile, tardo pomeriggio. Ho la necessità di recarmi in centro Varese per acquistare alcuni farmaci. Vado a piedi…Ne approfitto che il sole è tiepido.

Verso la zona della Brunella mi rendo conto di una situazione paradossale. Un non senso statistico.
In giro ci sono veramente poche persone ma i marciapiedi sono pieni di str**zi.
Ma come è possibile?

Poi guardo con più attenzione e mi accorgo che i suddetti non sono altre persone ma veri e propri str**zi.
E sono tanti. Ma tanti.

Cari padroni dei cani a passeggio che rappresentate il 70% dei bipedi circolanti in questo momento di limitazioni, vi do una notiziona: non è vietato pulire dove i vostri leoni fanno il mezzo chilo.
Se vi mancano i sacchetti, usate la vostra bella mascherina fp2 per raccogliere e poi igienizzatela una volta rientrati nella vostra caverna.

Certo adesso è molto facile fare finta di niente e non pulire, tanto chi vi vede.
Oltretutto mi sa che hanno chiuso quei geniali parchetti dove vi chiudevate in massa per far fare i bisognini pucci pucci ai vostri amichetti a quattro zampe e quindi via… E vai di marciapiede.
Zozzoni.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 aprile 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore