Doppio diploma per gli studenti del Cairoli che lo dedicano al prof Zerba

Un percorso di 5 anni che richiede più studio ma apre a un cammino di conoscenza e bellezza. Il racconto dei neo diplomati

Il mondo della scuola varesina piange il prof. Carletto Zerba

( nella foto il prof Carletto Zerba)

Riceviamo e pubblichiamo il racconto dei diplomati di IIID del Liceo Cairoli di Varese che hanno anche conseguito l’Esabac, il “baccalauréat” francese


Un solo esame due diplomi per un gruppo di studenti del liceo classico Cairoli

Al liceo classico Cairoli anche quest’anno gli studenti che hanno intrapreso il percorso EsaBac hanno conseguito l’Esa( Esame di stato italiano) Bac ( Baccalauréat francese) con risultati positivi, alcuni riportando il massimo del punteggio.

Un percorso d’eccellenza nato nel 2009 da un accordo
intergovernativo tra Italia e Francia che permette a 360 licei italiani, di far conseguire agli studenti che intraprendono questo percorso due diplomi.

I diplomati italiani hanno così libero accesso a qualunque università francese, acquisiscono una metodologia specifica e hanno l’opportunità di conoscere l’esprit di
una cultura che solo in apparenza è molto simile alla nostra e di appropriarsi di un sistema di valori che li apre a un meraviglioso cosmopolitismo (si stimano 274 milioni di locutori francofoni in tutto il mondo).

Proprio perché il Cairoli aspira ad assumere una connotazione internazionale, è stato uno dei primi licei italiani ad aderire al progetto, grazie al Prof. Carletto Zerba che ci ha creduto fin da subito e che ha saputo trasmettere passione per la lingua francese e la letteratura, la vraie vie.

Scegliere un percorso EsaBac è accettare un invito al viaggio per usare le parole di una celebre poesia di Baudelaire. Certo EsaBac significa ore di studio in più ma è voglia di conoscenza, è una spinta verso un sapere, un cammino che non ha mai fine, un viaggio che ha portato a Montpellier, a Rouen, a Cannes in
qualità di giornalisti e a Roma come giudici letterari.

Un viaggio alla scoperta di ciò che c’è oltre i banchi di scuola, le parole dei libri e le valutazioni, un viaggio che fa vivere appieno la realtà. E cosa desiderare in un viaggio se non una guida attenta che sprona sempre ad andare più in là, verso la bellezza e lo stupore?

«Noi abbiamo avuto ben due guide in questo straordinario viaggio che ricorderemo con affetto e rispetto perché grazie a loro se oggi siamo tutto questo. Grazie al prof. Zerba per averci indicato la strada e grazie alla prof.ssa Barbaro per averci fatto arrivare alla meta»  dicono i ragazzi della classe 3^D,
neo diplomati.

Per Mattia l’EsaBac è stata una scuola di vita e di crescita personale perché ha aumentato in lui la capacità di cogliere la bellezza che abita nell’uomo. Valentina, al termine dei 5 anni, porta ancora con sè l’entusiasmo dell’inizio e un bagaglio ricco di esperienze, di scoperte e di pagine di una letteratura che fiorisce nei cuori di coloro che la apprezzano, imparando ad amare un mondo che sempre vivrà dentro di lei. Questa esperienza ha invece permesso a Ludovica di vivere contemporaneamente la vita da studente italiano e da studente francese. Il percorso EsaBac ha dato a Mario oltre a vivere esperienze bellissime e indimenticabili, la possibilità di immergersi nella cultura classica che è viva e di trovarne tracce nella
letteratura francese, tra le vie di Parigi, Montepellier, Rouen e Cannes e di questo ne sarà eternamente grato. Anna ha imparato lo stupore e a volare con le parole della letteratura perché solo con esse
sappiamo vivere la vita.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 luglio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore