Quantcast

Casi sospetti a scuola? Il tampone è immediato

Regione Lombardia ha definito i percorsi da attuare nel caso di malore con sintomi analoghi al Covid 19. la quarantena di classe scatterà sono in caso di positività accertata

tampone coronavirus

Caso sospetto di Covid a scuola? La macchina sanitaria è immediata: il paziente ( studente, docente o dipendente della scuola) viene isolato in una stanza dedicata, se è un ragazzo vengono avvisati i genitori che lo portano a casa in sicurezza. Nel caso di condizioni che vanno aggravandosi, la scuola chiama il 118.

A livello sanitario, però, l’allarme mette in moto il sistema dei controlli: il tampone verrà fatto in giornata per capire se isolare i compagni di classe e i contatti stretti. In caso di esito negativo, la vita scolastica prosegue tranquillamente. Chi in isolamento, verrà poi controllato con il sistema di tracciamento già rodato da Ats Insubria.

Per patologie con sintomi no covid, non serve certificazione del medico per il rientro in classe.
Le precisazioni sulla gestione dei casi sospetti sono arrivate da Regione Lombardia che ha condiviso procedure e protocolli con i rappresentanti dei Pediatri e dei Medici di Medicina Generale.

«La sicurezza sanitaria nel corso dell’attuale stagione scolastica è quantomai delicata – spiega l’assessore al Welfare Giulio Gallera – ci troviamo di fronte ad una sfida che possiamo affrontare e vincere solo attraverso una grande alleanza fra famiglie, istituzioni, enti sanitari, MMG e pediatri, istituti scolastici e famiglie. Nessuno escluso. Dobbiamo riuscire a garantire l’equilibrio fra lo svolgimento dell’attività didattica e l’attuazione dei protocolli anti Covid a tutela degli studenti e del personale scolastico».

ACCERTAMENTO DEI CASI COVID – «L’accesso diretto al tampone con autocertificazione – sottolinea l’assessore al Welfare – per gli studenti e il personale scolastico viene garantito in caso di rilevazione di sintomi a scuola oppure al di fuori dall’ambiente scolastico a seguito di indicazione del Medico o del Pediatra».

I punti tampone vengono definiti dal coordinamento ATS/AASST e sono accessibili tutti i giorni dal lunedì al sabato almeno 4 ore al giorno durante la mattinata.
I laboratori processano i tamponi in giornata e provvedono a caricarne gli esiti sul Fascicolo Sanitario Elettronico e sul ‘flusso tamponi’ entro le ore 23. ATS, medici e pediatri possono visualizzare gli esiti tramite gli appositi cruscotti o strumenti informatici dedicati.

Le ATS garantiscono anche il supporto formativo e informativo necessario sul territorio per i referenti scolastici e le famiglie.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 settembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore