Quantcast

Il ritiro della Valpe fa slittare l’inizio del campionato di hockey

La rinuncia del club piemontese ha rinviato al 3-4 ottobre il via delle partite. Ufficiale la scelta dei Mastini: giocheranno all'Agorà di Milano. Accordo tra gialloneri e Como per le giovanili

master round hockey valpeagle mastini varese tifosi

L’improvviso ritiro dal campionato della ValpEagle, unica società “a ovest di Varese” tra le iscritte alla Italian Hockey League a causa delle incertezze dovute all’emergenza Covid (i piemontesi avrebbero perso ricavi importanti dalla vendita dei biglietti, visto il pubblico assai numeroso a ogni partita) ha fatto slittare l’avvio del torneo a cui partecipano i Mastini. (foto in alto un match tra Valpe e Varese disputato al “Filatoio”)

La IHL sarebbe dovuta partire nel prossimo weekend ma alla luce di questa rinuncia la prima giornata è stata spostata al fine settimana successivo, del 3 e 4 ottobre. La necessità, in questo momento, è quella di ridisegnare un calendario che prevede dieci squadre al via al posto delle undici originali: oltre al Varese ci saranno dunque il Como in Lombardia, una veneta (Alleghe), le trentine Pergine e Valdifiemme e le altoatesine Appiano, Merano, Caldaro, Bressanone e Unterland.

In questo momento quindi sulle scrivanie delle società c’è una bozza di calendario al quale però bisogna ancora lavorare per far collimare le necessità delle diverse formazioni. Il Varese, che avrebbe dovuto giocare all’esordio proprio a Torre Pellice il 26 settembre, dovrebbe invece esordire in casa sabato 3 ottobre alle ore 19. La pista prescelta, in assenza del PalAlbani, è quella milanese dell’Agorà: i vertici dei Mastini e i gestori dell’impianto stanno lavorando a un progetto che consenta di poter ospitare fino a 700 spettatori per le partite dei gialloneri, il numero massimo previsto dalla recente ordinanza regionale in materia anti-Covid.

GIOVANILI: ACCORDO VARESE-COMO

I ben noti problemi al palaghiaccio di Varese (chiuso, in attesa di novità sulla pista provvisoria all’antistadio) hanno portato alla stipula di un accordo a suo modo storico, quello tra un club varesino – i Mastini – e il Como. Le due società lombarde gestiranno insieme i gruppi giovanili Under 9, U11, U13 e U15 nell’ambito di un progetto denominato “Roadto2026” dall’obiettivo – le Olimpiadi casalinghe di Milano-Cortina – che accomuna tutti gli sport invernali italiani.

I baby giocatori si alleneranno a Casate, sede del palaghiaccio lariano, e verranno seguiti dagli staff di entrambe le società (che, ovviamente, resteranno autonome e avranno gestioni distinte per le formazioni senior). I due gruppi più piccoli avranno l’occasione anche di disputare partite e tornei contro le formazioni svizzere mentre U13 e U15 potranno partecipare ai campionati nazionali e ai tornei internazionali.

di
Pubblicato il 23 Settembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore