Aumentano le vaccinazioni alla Schiranna aperta anche la seconda tensostruttura

Il centro passa da 8 a 12 linee vaccinali. Anche a Rancio Valcuvia aumentate da 4 a 6. Chi è convocato nei grandi centri e quali i vaccini a disposizione

Il centro vaccinale di Schiranna

Aumenta la capacità vaccinale della Schiranna. Da questa mattina è stata attivata anche la seconda tensostruttura allestita sempre dall’Esercito italiano e ammobiliata dal Comune di Varese.

Attualmente le linee vaccinali sono dodici ed entro il 3 giugno arriveranno a regime con le 20 predisposte. Anche Rancio Valcuvia ha aperto due linee in più arrivando a 6. Considerando che ogni postazione fa dodici vaccinazioni all’ora, per ogni linea per dodici ore, alla Schiranna la capacità è cresciuta sino a 1728 vaccini al giorno mentre a Rancio sono 864.

Sono convocati nei due hub gestiti dall’Asst sette Laghi gli over 70 e tutti i fragili che si prenotano attraverso il portale di Poste perchè non ricompresi tra le categorie specifiche previste dalla tabella nazionale che indica con precisione le Persone estremamente vulnerabili, intese come persone affette da condizioniche per danno d’organo preesistente, o che in ragione di una compromissione della risposta immunitaria a SARS-CoV-2 hanno un rischio particolarmente elevato di sviluppare forme gravi o letali di COVID-19. ( qui l’elenco Categorie Elevata Fragilità)

Attualmente per gli over 60 è prevista la somministrazione del vaccino AstraZeneca denominato correttamente  Vaxzevria, ad eccezione dei casi rientranti nelle categorie degli estremamente vulnerabili e disabili gravi. A queste categorie è appropriato offrire un vaccino a mRNA (allo stato attuale i vaccini Comirnaty e Moderna).

I vaccini a mRNA sono altresì offerti a tutti i soggetti di età compresa tra 16 e 59 anni (per Comirnaty) e tra 18 e 59 anni (per Moderna).

Non è previsto che il vaccinando possa scegliere di ricevere un vaccino diverso. Gli operatori dei Centri vaccinali hanno l’obbligo e il dovere di fornire informazioni scientificamente corrette, consapevoli che, anche per questa tipologia di vaccino, il rapporto rischio beneficio è a favore del beneficio e lo è sempre più al crescere dell’età del soggetto.

Eventuali rifiuti al vaccino Vaxzevria potranno essere gestiti e riprogrammati solo al termine della campagna vaccinale, secondo le disponibilità di vaccini ed ulteriori eventuali aggiornamenti tecnici sul loro utilizzo.

E’ bene ricordare che le indicazioni d’uso dei vaccini (così come per tutti i medicinali) sono di competenza delle Autorità Regolatorie (EMA, AIFA), e anche l’utilizzo nelle diverse fasce di età e per sottogruppi di popolazione, e sono costantemente rivalutate (in base alle informazioni che si rendono disponibili durante la somministrazione) in modo da garantire che il rapporto beneficio/rischio sia sempre positivo.

In particolare, il terzo Report sulla farmacovigilanza sui vaccini di AIFA, presenta un quadro aggiornato delle reazioni segnalate ai diversi vaccini (comunicato stampa di AIFA consultabile sul sito).

Al link https://www.aifa.gov.it/farmacovigilanza-vaccini-covid-19 di AIFA sono disponibili le informazioni più rilevanti sulle attività di farmacovigilanza sui vaccini anti COVID-19, in particolare:

• report mensili sui risultati dell’attività di farmacovigilanza sui vaccini (cui collabora anche il Centro regionale di Farmacovigilanza della Lombardia);

• una serie di grafici interattivi, filtrabili per tipologia di vaccino, relativi al tasso di segnalazione (=numero di segnalazioni che si osservano ogni 100.000 dosi somministrate)

• link a una serie di domande e risposte frequenti (FAQ) sulla farmacovigilanza per chiarire dubbi e incertezze sul tema

• focus su “come segnalare una sospetta reazione avversa” e Sezione “modulistica con le Schede di segnalazione”.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 19 Aprile 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.