Ammanettarono un giovane durante un assembramento a Lugano, chiesta condanna per gli agenti

Per il procuratore generale di Lugano si trattò di un caso di abuso di potere. Proposte una condanna a una pena pecuniaria di 60 aliquote giornaliere e di 30 aliquote giornaliere sospese condizionalmente

manette

Il Ministero pubblico comunica che il procuratore generale Andrea Pagani ha emanato due decreti d’accusa nei confronti di altrettanti agenti della Polizia della Città di Lugano. I fatti oggetto del procedimento penale riguardano in particolare le circostanze che hanno portato all’ammanettamento di un giovane residente nel Luganese avvenuto il 28 dicembre 2020 all’interno del quartiere Maghetti a seguito di un potenziale assembramento e della constatazione di schiamazzi notturni.

I reati presi in considerazione sono quelli di abuso d’autorità e di vie di fatto per il primo agente e di abuso d’autorità per il secondo. A carico dei due imputati vengono rispettivamente proposte una condanna a una pena pecuniaria di 60 aliquote giornaliere e di 30 aliquote giornaliere sospese condizionalmente per un periodo di prova di 2 anni. Nei confronti dei due agenti è stata proposta anche una multa, oltre al pagamento di tassa e spese giudiziarie.

Nell’ambito del medesimo procedimento è stato emanato anche un decreto d’abbandono per un terzo agente della Polizia della Città di Lugano per assenza degli elementi soggettivi del reato ipotizzato. Questo terzo agente è in effetti intervenuto quando l’azione tesa all’ammanettamento era già iniziata. Non saranno rilasciate ulteriori informazioni.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 05 Maggio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.