Unitalsi Lombarda Away Game: riparte da Gavirate con il Para Rowing

Sono riprese le attività di servizio e supporto al mondo paralimpico da parte dell'associazione. Ecco il loro racconto di questa esperienza

Unitalsi Lombardia Away Game

Immersi nello splendido scenario del lago di Varese, con la catena del Monte Rosa a fare da sfondo, sono riprese le attività di servizio e supporto al mondo paralimpico da parte di Unitalsi Lombarda Away Game.

L’occasione della ripresa è stato l’evento Internazionale “World Rowing Final Paralympic”, organizzato e svoltosi presso la Canottieri di Gavirate, in programma dal 3 al 6 Giugno 2021. La collaborazione fra Canottieri e Unitalsi Lombarda Away Game nasce nel 2016, anno in cui abbiamo offerto il nostro primo supporto logistico con pulmini attrezzati ed autisti, per un evento Internazionale di Para Rowing, continuata poi nel 2017/2018/2019. Quest’anno abbiamo finalmente recuperato la gara, annullata a causa del Sars Cov 2 – nel 2020, valevole come ultima qualificazione alle Olimpiadi di Tokio 2021.

Unitalsi Lombardia Away Game

La programmazione del nostro intervento, iniziata già dal mese di febbraio 2021, ci ha visti molto impegnati per far fronte alle innumerevoli problematiche legate alla pandemia ancora in atto. Problematiche via via risolte con non poche preoccupazioni. In particolare abbiamo dovuto attrezzarci per la sanificazione dei mezzi con l’acquisto di apparecchiature dedicate e dei relativi disinfettanti, inoltre le limitazioni di carico imposte dalla normativa vigente, tese a garantire il distanziamento all’interno dei mezzi, ci ha imposto un numero massimo di quattro trasportati, carrozzine comprese. Queste limitazioni, unitamente alla dislocazione dei Team in molti alberghi della zona e la mancanza di un servizio ristoro presso la Canottieri, hanno incrementato notevolmente i viaggi da e per gli Hotel. Mediamente un Team di 8 persone ha richiesto 2 mezzi impegnati con 4 servizi giornalieri dedicati.

Servizi che sono iniziati il 28 maggio con le prese verso gli aeroporti di Milano Linate e Malpensa per terminare l’ 8 giugno con i rispettivi rientri. Solo i numeri qui di seguito riportati possono dare l’idea dell’enorme lavoro svolto: 12 giornate di servizio -12 pulmini Unitalsi attrezzati – 15 autisti – 3 operatori

Info Point Away Game – 12 Sottosezioni coinvolte : Bergamo/Bollate/Busto Arsizio/Como/Lecco/Sede Regionale Lombarda/Magenta Rho/Mantova/Milano Nord Est/Milano Sud Ovest/Sondrio/Varese – 14

Nazioni trasportate: Algeria/Argentina/Brasile/Capoverde/Giappone/Israele/Kenia/Korea/Nigeria/Russia 1- 2-3/Spagna/Sudan/Usa/Uzbekistan – 400 servizi effettuati – 2000 pax trasportati – 30.000 Km percorsi- 300
operazioni di sanificazione dei mezzi.

Unitalsi Lombardia Away Game

Sotto l’aspetto della prevenzione Sars Cov 2, atleti e accompagnatori sono arrivati tutti vaccinati; il nostro personale volontario , quasi tutto vaccinato, è stato sottoposto più volte a tampone molecolare con costanti risultati negativi.

Alla fine tutto è andato per il meglio, grazie all’impegno dei nostri volontari coinvolti ( autisti/Info Point) supportati da Valerio della Canottieri che ha mantenuto i contatti con il nostro info Point e i Team. Un plauso a Giorgio Ongania Presidente della Canottieri Gavirate che con Sara .Giovanna, Paola e Antonio ha assecondato ogni nostra richiesta.

Lascio volutamente spazio ad alcune testimonianze dei nostri autisti (CREW) che evidenziano tutto il bello di queste giornate trascorse a favore dello sport paralimpico, che vede la nostra Unitalsi Lombarda Away Game sempre più impegnata a sostenere queste iniziative, espandendo cosi la propria mission associativa!

Alberto Gallegioni (Sottosezione di Sondrio): Per me era la prima volta in questo contesto, come per altri colleghi. Altri invece avevano già fatto questa esperienza. Ho affrontato questo servizio con il solito entusiasmo e la solita voglia. Però alla fine, dopo una settimana, rispetto al solito, ero più carico di prima. Questo grazie alla “forza ricevuta” dagli atleti. Data l’inesperienza, all’inizio guardavo gli atleti con occhio di compassione, come penso succede a molti. Poveretto, che sfortuna etc. insomma i soliti luoghi comuni. Poi giorno dopo giorno “ mi sono svegliato” e ho iniziato a guardare questo mondo da dentro. Altro che poveretti, i poveretti viziati siamo noi che abbiamo tutto, la salute in primis e non la sappiamo coltivare. I ragazzi atleti hanno una forza fuori dal comune, da quello che ha perso la scarpa della gamba buona e alla richiesta di aiuto mi ha detto “I am fine” (sono a posto) ed ha messo la stampella nella scarpa e camminando a piede nudo con la stampella si portava avanti la scarpa persa. Al Messicano che senza gambe girava su uno Skeitbord e non chiedeva aiuto a nessuno, si portava la canoa e se la puliva. A tutti quelli che salivano sul pulmino e scendevano dal pulmino da soli solo con uso di stampella, magari con una gamba sola o con le gambe parzialmente utilizzabili. Nessuno a chiedere una mano. Dignitosi se la sono sempre cavata. Grazie ragazzi per l’esempio che mi avete dato e la forza di non piangersi addosso che ho ricevuto o perlomeno ho rinforzato. Ho trovato una bella compagnia di volontari “autisti per caso” da Pino ai Mantovani guidati da Alberto ( con i loro salami, per la merenda che aiuta sempre a fare gruppo) Stefano e tutti gli altri con cui ho condiviso una bella settimana. Valerio, Antonella e Loris mi hanno accolto e accompagnato nel lavoro. Grazie “raga” grazie Luciano alla prossima di settembre. Non mancherò!

Giuseppe Secondi detto Pino (Presidente sottosezione Milano Sud/Ovest): Quando mi dissero che avevano bisogno di autisti per il paralimpico accettai per la curiosità perchè non sapevo che manifestazione fosse, non avendo mai partecipato. L’avventura inizia venerdì 27 maggio con il ritiro del pulmino della Sezione Lombarda, destinazione Canottieri Gavirate, dove mi spiegano in cosa consiste il nostro servizio; prese degli atleti in arrivo presso gli aeroporti di Malpensa e Linate, trasporto presso Hotel della zona.

Domenica arrivano un gran numero di partecipanti; tante nazioni, tante aspettative, tanti modi di approcciarsi, anche perché gli atleti sono persone “speciali” ed ognuno di essi ha esigenze diverse. Sono rimasto piacevolmente sorpreso per lo spirito, la vitalità e la dolcezza di questi atleti, allegri e concentrati sulle gare ma, soprattutto, per la serenità e lo spirito sportivo anche quando non si qualificavano……..UNA LEZIONE DI VITA….! E’ stata un esperienza indimenticabile. Grazie a Unitalsi Lombarda Away Game, al gruppo autisti (ben organizzato), grazie alla Canottieri….. alla prossima! Alberto Dalmaschio (Sottosezione di Mantova): un nutrito gruppo di volontari dell’Unitalsi ha prestato servizio per il trasferimento degli atleti, accompagnatori e staff verso aeroporti, alberghi e campo gara. Svegli presto al mattino, spirito di servizio, collaborazione, condivisione, empatia, emozioni grandissime, momenti di festa, fratellanza, uguaglianza e alla sera stanchissimi nel fisico ma con il cuore colmo di “ricchezze”. No, non siamo in Pellegrinaggio a Lourdes o a Fatima, siamo a Gavirate sul Lago di Varese in occasione dell’ Internazionale Para Rowing valevole per le qualificazioni Paralimpiche di Tokio 2021. Atleti giunti da tutte le parti del mondo, con i rispettivi staff, con i loro meravigliosi colori, i loro modi di essere, tutti diversamente abili con vari difetti fisici. Hanno dato vita ad una settimana entusiasmante, ovviamente dal punto di vista sportivo, ma soprattutto hanno dimostrato la grandissima forza d’animo, la determinazione nel raggiungere ambiziosi risultati sportivi, facendo passare in secondo piano le diverse problematiche fisiche; dimostrando a tutti che si può andare avanti , che si deve andare avanti senza mai mollare. Abbiamo vissuto momenti di grande fratellanza tra i vari popoli. Bianchi, neri, gialli tutti fratelli e diventati amici. Un esperienza fantastica, che speriamo di avere l’opportunità di ripetere perché siamo tornati tutti con il cuore pieno di felicità e gioia grazie a tutti gli atleti.

Unitalsi Lombarda Away Game non si ferma qui, continua il proprio servizio a favore dello sport paralimpico con gli eventi in programma dal 24 al 27 giugno a Somma Lombardo (Va) in occasione dell’Internazionale di Para Dressage (Equitazione) e dal 21 al 26 settembre a Lonato del Garda (Vr) in occasione del Mondiale Para Shooting (Tiro a volo specialità Trap).

Luciano Pivetti
Unitalsi Lombarda Away Game

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 19 Giugno 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Lucio Mattaini
    Scritto da Lucio Mattaini

    Complimenti a tutti ai collaboratori dell’Unitalsi, avete permesso a tante persone di vivere bellissime esperienze e sicuramente chi ha dedicato del tempo ha ricevuto in cambio molto di più dagli atleti. Grazie a Luciano Pivetti presidente Unitalsi Varese per il suo grande impegno e a tutti gli amici che lavorano con lui.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.