Varese News

A Rescaldina arriva il disability manager: «Progetto frutto della collaborazione di tutto il consiglio»

Il disability manager si occuperà di monitorare le politiche sociali e di inclusione in paese e di fare rete con le associazioni che si occupano di disabilità

varie

A Rescaldina arriva il disability manager, nuova figura deputata al monitoraggio delle politiche sociali e di inclusione che si occuperà di puntare l’attenzione sull’accessibilità, fare rete soprattutto con le associazioni rappresentative dei disabili, segnalare le situazioni anche solo potenzialmente discriminatorie, promuovere l’inclusione nella progettazione degli interventi e avviare percorsi finalizzati a rendere accessibile e fruibile a tutti ogni iniziativa, soprattutto culturale, sportiva e ricreativa, promossa dall’amministrazione.

La delibera di giunta, ultimo atto di un iter partito da una proposta portata in commissione dal Movimento 5 Stelle e poi votata all’unanimità con la successiva mozione in consiglio comunale, era arrivata a fine settembre. Ora c’è anche l’avviso pubblico per la raccolta delle candidature, che è iniziata nei giorni scorsi e continuerà fino a martedì 2 novembre. «È un progetto importantissimo – sottolinea l’assessore ai servizi sociali Enrico Rudoni – perché istituisce un profilo che possa fare da collettore ed istituire un tavolo permanente con tutte le associazioni del territorio portatrici di interessi dei diversamente abili, con i servizi sociali, con gli uffici comunali, affinché si possa avere un occhio di riguardo non solo per quanto riguarda le barriere architettoniche, la cui eliminazione è comunque un aspetto fondamentale, ma per tutte le progettazioni, in modo che possano avere uno sguardo particolare verso i diversamente abili, che progetti ed opere pubbliche possano essere fruibili da tutti e che l’accesso ai servizi comunali e le diverse procedure possano essere alla portata di tutti e nessuno venga discriminato. Siamo orgogliosi e contenti di questo bando e l’invito a tutti i cittadini che si sentono di fare questo passo e assumersi questa responsabilità importantissima è quello di partecipare».

Il valore aggiunto, però, non è solo quello di fare un nuovo passo nella direzione dell’attuazione della Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità, ma anche il percorso lungo il quale ci si è mossi per farlo. «Questo è veramente un esempio di buona politica, quella con la P maiuscola – aggiunge il vicesindaco -: iniziative come queste nascono quando tutte le compagini politiche abbandonano le proprie posizioni e collaborano per il bene della comunità. Questo progetto nasce da una mozione del Movimento 5 Stelle che il consiglio comunale ha approvato all’unanimità: mi sono fatto carico di portarla in commissione servizi sociali per discutere di come strutturare il ruolo del disability manager e la commissione, in tutti i suoi componenti, ha collaborato in maniera ottima. Senza tutto il consiglio comunale non saremmo mai riusciti a portare avanti questo obiettivo».

leda.mocchetti@legnanonews.com
Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 06 Ottobre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.