La Svizzera presenta i dati sulle cause di morte nei primi mesi della pandemia

Per la prima volta, a marzo 2020, nelle statistiche svizzere entra la Covid 19 come causa principale di decesso. Oltre 500 le persone morte in un mese a causa della malattia

tamponi test covid coronavirus

In Svizzera tra gennaio e marzo 2020 sono decedute 18501 persone. Nei dati relativi ai primissimi mesi della pandemia compare per la prima volta la Covid-19 come causa di morte principale e concomitante.

Dai dati diffusi oggi dall’Ufficio Federale di Statistica emerge dunque che, come negli anni precedenti, i decessi sono riconducibili principalmente a malattie cardiovascolari (uomini: 27%, donne: 31%) e tumore (uomini: 25%, donne: 19%).

Nel marzo 2020, la COVID-19 diventa invece la principale causa di morte del 10% degli uomini e del 6% delle donne. Il 95% delle persone decedute per COVID-19 aveva 65 anni o più.

Nel primo mese per cui si registrano decessi con COVID-19, ovvero marzo 2020, sono stati registrati in Svizzera 576 decessi nella popolazione residente, in cui la COVID-19 era indicata come causa principale o concomitante sul certificato di morte. Di questi, per 547 decessi era stata indicata la COVID-19 come causa di morte principale, nello specifico per 344 uomini (il 63% dei decessi con COVID-19) e 203 donne (37%). La maggior parte di questi decessi ha riguardato persone tra i 65 e gli 84 anni di età (49%) e persone di 85 anni e più (46%).

La COVID-19 è stata codificata come malattia concomitante nel 5% (29 casi) di tutti i decessi con COVID-19 (576 casi) registrati nel marzo 2020. Ciò significa che, nel 95% (547 casi) di tutti i decessi in cui sul certificato medico di morte figura la COVID-19, quest’ultima era la causa di morte principale. Nel 91% (498 casi) dei decessi con una diagnosi principale di COVID-19 (547 casi) è stata indicata almeno una malattia concomitante, che poteva essere sia una malattia preesistente che una conseguente. Le malattie cardiovascolari sono state indicate sui certificati di morte come malattie concomitanti per il 70% degli uomini e per il 57% delle donne deceduti con la COVID-19 come principale causa di morte. Per quanto riguarda le malattie respiratorie, le proporzioni corrispondenti erano pari al 77% per gli uomini e al 75% per le donne, seguite dal diabete mellito (uomini: 14%, donne:13%) e dalla demenza (uomini: 10%, donne: 16%).

I risultati provvisori della statistica delle cause di morte dell’Ufficio federale di statistica (UST) per il primo trimestre del 2020.

 

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 23 Dicembre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.