GIORGIO PITTALIS

  • Vive a VARESE VA

Seguimi su

I miei commenti (1)

  1. Ma com’è bello lasciar fare agli altri e poi giudicare quello che fanno, tanto più negativamente se non hanno fatto come avremmo voluto noi!
    Premesso che per quello che ne sappiamo l’anonimo benefattore potrebbe regolarmente fare donazioni anche per i poveri del mondo, mi permetto di dare un paio di consigli al lettore indignato: perché insinuarsi nelle vite altrui senza conoscerne i presupposti? E perché non rispettarne comunque le scelte?
    Il suo rimprovero potrebbe essere applicato a tutte le spese “superflue” che quotidianamente ognuno di noi fa. Se invece di spendere soldi per il cinema o la pizza o per acquistare un nuovo cellulare o per l’abbonamento a Sky , o per … Ognuno vive e agisce nel proprio ambito. Non possiamo smettere di vivere perché in altre parti del mondo soffrono, specie se la sofferenza è determinata da situazioni politiche complesse nei confronti delle quali tutta la beneficenza del mondo non serve praticamente a nulla.
    Io per quello che posso un po’ ne faccio e penso sia sempre una buona cosa, indipendentemente dalla scelta del beneficiario.

    Giorgio Pittalis

    in Donazione al canile, tante perplessità

    1 maggio 2017 alle 18:24

Foto dei lettori (0)

Notizie (0)

Lettere (1)

Auguri (0)

Viaggi (0)

Nascite (0)

Matrimoni (0)