Ex Mizar, raggiunto l’accordo per i lavoratori

L’impianto di Busto chiuderà lunedì prossimo per 24 mesi: 112 in cassa integrazione

Raggiunto l’accordo sindacale per la vertenza Sitip (Ex Mizar), azienda tessile bustese da tempo in crisi. L’impianto chiuderà lunedì prossimo per 24 mesi e tutto il personale – 112 dipendenti – sarà posto in cassa integrazione speciale. Il percorso per attuare la cassa integrazione prevede corsi di formazione gestiti dalla Provincia e finalizzati alla ricollocazione del personale; utilizzo della mobilità volontaria incentivata (si parla di 8.000 euro netti per lasciare l’azienda). Inoltre all’interno dell’accordo – come si legge in una nota diramata dall’Associazione Lavoratori Comitati di Base – è previsto il trasferimento negli stabilimenti del gruppo Sitip a Bergamo per i lavoratori volontari con integrazione delle spese di viaggio dell’azienda e l’impegno dell’azienda all’atto della vendita delle aree a privilegiare acquirenti che garantiscano l’assunzione di personale Mizar.
«Con questo accordo – affermano dal sindacato AlCobas – si apre un percorso per la ricollocazione del personale. Un percorso che non sarà facile, ma che deve vedere la massima attenzione da parte di tutti. Da parte nostra ci siamo impegnati perchè nessun lavoratore alla fine resti in mezzo a una strada».
Una posizione condivisa anche dalla Cgil che per bocca di Claudio Venturini, rappresentante sindacale in Rsu per la Filtea, la categoria dei tessili, parla di «soddisfazione per il risultato ottenuto, grazie alle trattative che sono state contraddistinte dall’unità». Sia pur con rammarico per la chiusura dell’azienda, secondo Venturini il risultato della trattativa è «il massimo che si poteva ottenere».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 25 marzo 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.