Rapimento Vergani: confessano anche gli altri due complici

Secondo gli inquirenti, orail quadro investigativo è completo

Alla fine erano tre le persone coinvolte nel rapimento di Barbara Vergani, la ragazza rapita a Miasino domenica scorsa, e sono state tutte catturate: hanno infatti confessato anche Alessandra Cerri e Giuseppe Lettini, le due persone arrestate mercoledì sera perché ritenute coinvolte nel suo rapimento insieme a Virgilio Giromini, arrestato lunedì sera e che nel pomeriggio di ieri, 4 aprile, ha rivelato agli inquirenti il nome degli altri due complici. I due sono stati interrogati da polizia e carabinieri per tutta la notte ed hanno reso dichiarazioni concordanti con quelle della giovane sequestrata, secondo ciò che ha rivelato il procuratore aggiunto di Torino, Maurizio Laudi. Con questo gli inquirenti giudicano completo il quadro investigativo della vicenda. Alla base del gesto delle tre persone, che ora rischiano una condanna ad almeno venti anni di prigione, ci sarebbe stato semplicemente il desiderio di fare soldi facili.
In nottata, poi, i carabinieri hanno anche ritrovato la pistola con silenziatore utilizzata sabato sera per rapire Barbara Vergani. L’arma era nascosta sotto un ponte, all’interno di un sacchetto di plastica. Gli investigatori l’hanno ritrovata a Borgomanero, poco distante dal luogo in cui la ragazza è stata sequestrata, nei pressi dell’imbocco dell’autostrada.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 05 aprile 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.