Notte di controlli, riaprono le sale operatorie

Lo assicura il direttore generale dell'azienda ospedaliera Carlo Pampari, che aggiunge: "Quando mi hanno dato la notizia, mi sono sentito precipitare all'inferno"

Carte in Procura, controlli notturni e sale operatorie riaperte. È quanto afferma il direttore generale dell’azienda ospedaliera di Varese Carlo Pampari, il quale conferma che trasmetterà volontariamente alla Procura della Repubblica, nelle mani del pm di turno Domenico Novara, l’incartamento relativo al black out del nuovo monoblocco. Questo non appena i tecnici della Cofathec, l’azienda che fa da sala di regia delle strutture, avrà redatto un dettagliato rapporto sull’accaduto: il tutto entro martedì 16 ottobre nella prima mattinata. Sempre Pampari assicura che le sale operatorie torneranno a lavorare a pieno regime alle 8.30 di martedì 16 ottobre: prima ci sarà una nuova riunione dell’unità di crisi. Intanto i tecnici della Cofathec nella notte monitoreranno l’impianto per evitare che si verifichino altri problemi. Pampari, rientrato in fretta e furia da Berlino, ha anche detto che quando gli hanno comunicato la notizia del black out, si è «sentito precipitare all’inferno».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.