Atterraggio d’emergenza a Malpensa

Un Boeing è rientrato, dopo essere decollato dallo scalo milanese, a causa del fumo che si era sprigionato in cabina

Atterraggio d’emergenza questa mattina, domenica 10 agosto, a Malpensa. Un Boeing 767-300 con 213 passeggeri e 11 membri dell’equipaggio è rientrato all’aeroporto milanese pochi minuti dopo essere partito. Il Boeing della Delta Air Lines era appena decollato per Atlanta, in Georgia, quando il pilota ha chiesto di poter rientrare a causa del fumo che si era sprigionato in cabina. L’aereo si era staccato dalla pista alle 10.46 e alle 11 è stata dichiarata l’emergenza (nella foto di Salvatore Porcu l’aereo circondato dai mezzi dei vigili del fuoco)
I vigili del fuoco di Malpensa hanno attuato tutte le procedure del caso e quando l’aereo, alle 11.15, è atterrato sulla pista riservata alle emergenze, tutti i mezzi erano già pronti ad intervenire. Il Boieng è atterrato senza problemi, i passeggeri sono stati fatti scendere e i vigili del fuoco hanno provveduto a controllare il velivolo. In cabina solo molto condensa, ma niente che potesse impedire all’aereo di riprendere la rotta verso la destinazione: è ripartito alle 16 da Malpensa. A quanto pare a far scattare l’allarme è stata l’accensione della spia di segnalazione allarme fumo.  
Il traffico aereo normale è proseguito sull’altra pista, e non si sono accumulati ritardi.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 agosto 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.