“Duemilalibri”, nona edizione grandi firme

Dal 25 ottobre al 2 novembre a Palazzo Broletto. Ospite lunedì 27 ottobre alle 15 il ministro Gelmini: grandi nomi in programma e nuove collaborazioni

Libri protagonisti, ma non solo. La nona edizione di “Duemilalibri”, la settimana del libro e dell’autore in scena a Gallarate dal 25 ottobre al 2 novembre, è di quelle che scintillano a cominciare dall’argento che colora il libretto di presentazione della rassegna, fino ai nomi degli ospiti invitati e delle manifestazioni inserite nel ricco programma. Novità e tradizioni si mescolano: innanzitutto si torna all’antica casa di Palazzo Broletto, tra le mura amiche del cortile di via Cavour. Ci sarà ancora la rassegna “Humour a Gallarate” a cura della Pro Loco giunta alla XIV edizione e l’appuntamento con la mostra “Recondite armonie” di Salvatore Benvenga a cura del Foto Club il Sestante e poi gli incontri con gli autori, tanti e prestigiosi: da Andrea De Carlo a Paolo Giordano, da Alessandro Perissinotto a Alain Elkann, da Roberto Piumini a Don Antonio Mazzi, da Andrea Vitali a Livio Macchi e Pietrangelo Buttafuoco. Un parterre de roi presentato dall’assessore alla Cultura Isabella Peroni, alla prima esperienza da esponente della giunta dopo sette edizioni curate in veste di presidente della Biblioteca Civica Luigi Majno: «A questa edizione hanno collaborato le librerie cittadine, le associazioni di categoria, la Pro Loco, il Cai, numerosi sponsor di vario tipo, primo fra i quali la Amsc che appoggia la rassegna dal primo anno – spiega -. Da quest’anno inauguriamo la collaborazione con il Premio Chiara, il cui vincitore sarà ospitato lunedì 27 ottobre alle 21. Inoltre c’è grande attesa per l’arrivo in città del ministro dell’Istruzione Maria Stella Gelmini lunedì 27 ottobre alle 15 in un momento di grande tensione, ma altrettanto importante per capire il futuro del libro anche nel sistema scuola. Importante anche l’apporto della Fondazione Culturale “1860 Gallarate città onlus” che cura gli spazi dedicati ai ragazzi. Lo spirito resta lo stesso negli anni: puntiamo sulla qualità con un occhio al budget». Il presidente di Amsc Nino Caianaiello ha sottolineato l’impegno della società fin dalla prima edizione: «Vogliamo dare il segno dell’interesse per il mondo della cultura, non secondario per chi come noi si occupa di servizi alle persone. Amsc non è di Nicola Mucci o di Nino Caianiello, ma dei cittadini gallaratesi: spero apprezzino il nostro interesse – ha commentato -. Importante anche l’accordo di collaborazione con Rete55 per la copertura di un evento che vuole andare oltre Gallarate». Marina Baj della libreria La Fonte a nome dei propri colleghi (Carù, Rinascita, Boragno e Croci) ha espresso «la felicità di esserci anche quest’anno», mentre il direttore dell’emittente locale Matteo Inzaghi ha detto di «essere onorato del coinvolgimento per un appuntamento che cresce di anno in anno con la partecipazione di realtà importanti come ad esempio il Premio Chiara, segno evidente della volontà di unire realtà diverse». Infine ha chiuso Angelo Crespi, consulente del Comune e direttore artistico di “Duemilalibri”: «Questa è una di quelle manifestazioni che può avere un ritorno oltre che di immagine anche economico per il Comune, come evidenziano gli esempi di Parma e Como – ha detto dopo essersi spinto in un poco condivisibile paragone tra la bellezza di Marilyn Monroe (la cui foto campeggia sulla locandina della rassegna) e quella del ministro Gelmini -. 28 appuntamenti in 7 giorni sono tanti e fanno di Gallarate un appuntamento con una sua dimensione sempre più importante».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.