Il cavallo e la brughiera, a Casorate alla scoperta dell’equitazione

Da venerdì 3 settembre si aprono di due fine settimana dedicati ai cavalli: le scuderie della "piccola Inghilterra" aprono le porte a grandi e piccini

In brughiera, ancora una volta a cavallo. Guai a dire che l’equitazione e la passione per i cavalli – nelle sue varie specialità – sono uno sport d’elite. Almeno così non la intendono a Casorate Sempione, una “piccola Inghilterra” verde nel cuore della Lombardia industriale, a due passi dall’aeroporto di Malpensa: anche quest’anno le scuderie, le associazioni, il Comune, la Federazione Sport Equestri e il Coni, con la collaborazione di SEA  e il patrocinio di Provincia di varese e Regione Lombardia , propongono un doppio fine settimana dedicato al cavallo, l’iniziativa “Il cavallo e la brughiera”. Due weekend di inizative, tra appuntamenti sportivi veri e propri e momenti per avvicinare il grande pubblico (e in particolare i bambini) al mondo dell’equitazione.

 
La tradizione equestre, qui, ce l’hanno nel sangue. Ilaria Dettoni, presidente del comitato organizzatore, ricorda le radici profonde della passione del luogo, simboleggiata dalle eleganti scuderie di stile inglese che punteggiano i boschi, ma anche da una pattuglia di grandi atleti: «negli anni Ottanta quattro ragazzi, partendo da Casorate, hanno fatto sì che il nome del nostro paese risuonasse in tutto il mondo, vincendo all’Olimpiade di Mosca la medaglia d’oro individuale e la medaglia d’argento a squadre». La riscoperta della tradizione e il tentativo di allargare l’esperienza a un pubblico più ampio si accompagnano allo sforzo per fare di Casorate un punto di riferimento. «Abbiamo deciso di sostenere anche quest’anno il progetto del Comitato “Il cavallo, la brughiera”, per dare continuità agli appuntamenti annuali di un’importante manifestazione equestre», spiega l’assessore alla cultura Marta Sarti. «Questo nonostante la crisi e le ristrettezze economiche in cui versano le casse del Comune. Anzi, proprio per questo: proprio per uscirne riteniamo di dover investire con i privati che si mettono in gioco per recuperare e valorizzare le risorse del territorio».
 
Il programma, anche quest’anno, è ricco di eventi, distribuiti tra l’area feste (in attesa del polo specifico che l’amministrazione vorrebbe realizzare in futuro) e le tante, prestigiose scuderie del territorio. Dopo “l’aperitivo” all’area feste venerdì 3 settembre, con la presentazione alle 21 del programma, sabato si prosegue con all’appuntamento per i più piccoli “Pony senza frontiere” alla scuderia San Gallo. Domenica mattina gli edifici all’inglese della scuderia San Giorgio si rievoca il clima delle campagne d’un tempo con passeggiate in carrozza e mostra pittorica, mentre alla Capinera si passa dai pony al mattino alla spettacolare gara di potenza, con il salto di muri in progressione di altezza. E altre inizitive animano la scuderia Le Querce e “Kenzan Dojo” (quest’ultima con mostra di arte e tradizioni orientali). Nel fine settimana successivo, sabato 11 e domenica 12, al Riding Club è previsto invece il campionato italiano di Completo, la disciplina che prevede tre prove diverse, Dressage, Cross e Ostacoli. Le due giornat di gare saranno accompagnate da altre iniziative equestri e ricreative nelle scuderie e all’area feste.

IL PROGRAMMA

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 01 settembre 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.